Resta in contatto

News

1995 – Atalanta e Cagliari di Coppa tra futuri rossoblù ed il povero Pisani

Fu una sfida incredibile, memorabile, giocata sotto la neve. L’Atalanta batte 4-2 il Cagliari del Trap e supera il turno della competizione

Era il 14 dicembre del 1995: Atalanta e Cagliari si affrontarono per la gara di ritorno valida per i quarti di finale di Coppa Italia.

I rossoblù si erano imposti all’andata grazie alla prima rete italiana di Fabian O’Neil e Giovanni Trapattoni studiava come contenere la sicura furia cieca degli orobici.

Per la verità la gara rischiò di non essere giocata a causa di una copiosa nevicata che si riversò su Bergamo nei due giorni antecedenti, e solo la grande buona volontà di alcuni supporter sardi e di casa il pericolo rinvio fu scongiurato.

L’Atalanta partì forte, anzi fortissimo: dopo neanche mezz’ora di gioco, infatti, due futuri rossoblù, Sandro Tovalieri e Domenico Morfeo portarono l’ago della bilancia a pendere verso Bergamo con altrettanti gol.

Il Cagliari del Trap sembra imbambolato davanti ai fulmini avversari e non riusciva a reagire. Nell’intervallo il tecnico di Cusano Milanino diede maggiore equilibrio facendo entrare Bressan ed il neo acquisto O’Neil ed i risultati non tardarono ad arrivare.

Dopo pochi minuti della ripresa fu lo stesso Bressan a dimezzare lo svantaggio sfruttando un lancio di O’Neil, mentre poco dopo la mezz’ora fu Darìo Silva a pareggiare. Sospiro di sollievo per una qualificazione oramai in cassaforte, ma fu solo un illusione.

All’Atalanta, infatti, bastarono due minuti per tornare nuovamente in vantaggio grazie al diagonale di Chicco Pisani, giovanissimo attaccante che morì qualche tempo dopo a causa di un incidente stradale.

Ma il 3-2 non bastava ed il tutto doveva essere deciso da un colpo letale e mortifero. E chi se non un Cobra avrebbe potuto farlo? Proprio lui, a pochi minuti dal termine a spingere il pallone in rete dopo una clamorosa carambola in area rossoblù. Atalanta che passò il turno ed il “castello” del Trap cominciava lentamente a sgretolarsi.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano filippi
Stefano filippi
6 giorni fa

Io c’ero grande partita con mia mamma sotto la curva a prendere i petardi in testa cercando di farmi uscire dallo stadio. Ciao mamma mi manchi tanto

Brigata Quagliozzi
Brigata Quagliozzi
6 giorni fa

Anche io mi ricordo.Mi ricordo il Trap preso solamente per illudere d’estate i sogni dei tifosi

Forzacagiari
Forzacagiari
6 giorni fa

Io me lo ricordo ancora quel 4-2 che rabbia

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Lucio Bernardini

Ultimo commento: "un vero capitano,ci ha regalato geometrie,emozioni e grandi soddisfazioni.Grazie Lucio, sei tra quei giocatori che non si potranno mai scordare"

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: ".... José Oscar Herrera..."

Carmine Longo

Ultimo commento: "Ma guardate che l Inter non ci ha favoriti in nulla ! Boninsegna valeva più di quello che ci hanno dato ! Si il Cagliari vinse lo scudetto .... ma lo..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Rocco e Paolino arrivarono dall'Inter quando tornammo in B con Ranieri. Paolino prese il posto di Piovani."

Fabián O’Neill

Ultimo commento: "Il grande vero pri cope è Fracescoli"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News