Resta in contatto

News

Maradona: aperta indagine su soccorsi, scatti rubati ed eredità

Diego Armando Maradona non può avere pace, nemmeno ora che il cielo lo ha rapito a questa terra. Dopo i funerali, è stata aperta un’inchiesta dalle autorità argentine su vari fronti

INDAGINI. Era inevitabile che accadesse: polizia e magistratura al lavoro dopo il decesso di Diego Armando Maradona, avvenuto mercoledì pomeriggio a Tigre, vicino a Buenos Aires. Sotto i riflettori degli inquirenti la ricostruzione del decesso del fuoriclasse, a causa delle incongruenze sull’ora della morte, il ruolo dei soccorritori e le dichiarazioni pesanti dell’avvocato Matías Morla e del dottor Alfredo Cahe, professionisti a stretto contatto con Maradona da diversi anni.

ACCUSE. Morla e Cahe hanno parlato pubblicamente di soccorsi tardivi e assistenza sanitaria deficitaria dopo l’ultima dimissione dall’ospedale. Una tempesta di voci, testimonianze, riscontri su cui le autorità stanno compiendo tutti gli accertamenti, in seguito all’apertura di un fascicolo destinato a scottare. A tenere banco, inoltre, i selfie della vergogna scattati da tre addetti con il feretro del campione: i coinvolti si sono resi irreperibili. Probabili sviluppi, come solitamente potrebbe avvenire in questi casi, per l’eredità di Maradona. Al momento non è presente alcuna battaglia legale, come riportato da Sky Sport.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News