Resta in contatto

News

Covid-19 – Conte: “Ecco le nuove restrizioni. Bisogna agire in questa maniera”

Il Presidente del Consiglio ha parlato in conferenza stampa del nuovo Decreto firmato la scorsa notte

Le parole di Giuseppe  Conte che annuncia le novità del nuovo Decreto in vigore da venerdì:

Dobbiamo intervenire prima che i contagi ed i ricoveri in terapie intensiva aumentino ancora. Rispetto alla prima ondata abbiamo un piano organizzato. Dobbiamo necessariamente intervenire per adottare  misure restrittive per limitare la circolazione del virus. Abbiamo distinto la penisola in tre settori: rossa, gialla, verde, tutte con misure mirate che entreranno in vigore venerdì, in modo tale che ognuno abbia il tempo necessario per organizzare le attività. Abbiamo suddiviso l’Italia nelle seguenti aree:

AREA GIALLA, RISCHIO MODERATO: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Friuli Venezia Giulia, SARDEGNA, Prov di Trento e Bolzano, Lazio Liguria, Marche, Molise, Toscana, Umbria e Veneto.

In  queste aree sarà vietato circolare dalle 22 alle 5 se non per motivi di lavoro, salute o particolari necessità. Raccomandazione di non spostarsi se non per i succitati motivi. Chiusura dei negozi all’interno dei centri commerciali nei week-end, pre festivi e festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

Chiusura musei e mostre. Didattica a distanza per scuole superiori. Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, elementari e medie. Chiuse università. Capienza mezzi di trasporto ridotta al 50% tranne nei casi di trasporto scolastico. Sospensione attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine sia nei bar che nelle tabaccherie.  Bar chiusi alle 18; attività di asporto fino alle 22, mentre nessun limite per le consegne a domicilio. Chiusi musei e mostre, piscine, palestre, teatri, cinema. aperti centri sportivi

AREA ARANCIONE, RISCHIO MEDIO-ALTO: Sicilia e Puglia

Divieto di spostamenti da regione all’altra e da comune all’altro se non per motivi di necessità (studio, lavoro, salute). Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all’interno del proprio comune. Chiusura dei negozi all’interno dei centri commerciali nei week-end, pre festivi e festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

Chiusura musei e mostre. Didattica a distanza per scuole superiori. Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, elementari e medie. Chiuse università. Capienza mezzi di trasporto ridotta al 50% tranne nei casi di trasporto scolastico. Sospensione attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine sia nei bar che nelle tabaccherie.  Bar chiusi alle 18; attività di asporto fino alle 22, mentre nessun limite per le consegne a domicilio. Chiusi musei e mostre, piscine, palestre, teatri, cinema. aperti centri sportivi

AREA ROSSA, RISCHIO ALTO: Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta

Vietato OGNI TIPO DI SPOSTAMENTO anche dal proprio comune ed in qualsiasi orario, salvo per necessità. Chiusura dei negozi tranne generi alimentari e beni di prima necessità, aperti tabaccai, farmacie, parafarmacie, parrucchieri, edicole, lavanderie. Uffici pubblici aperti SOLO per attività non differibili. Didattica in presenza per scuole d’infanzia, elementari e scuole medie relativamente alle classi PRIME.

Sospese tutte le competizioni sportive tranne quelle di interesse nazionale e riconosciute dal CONI e dal CIP. Chiusi centri sportivi. Consentita attività motoria nei pressi della propria abitazione, mentre quella sportiva all’aperto solo in forma INDIVIDUALE.

La pandemia corre, perciò la zona verde NON ESISTE. I nuovo dpcm entrerà in vigore venerdì e rimarrà in vigore fino al 3 dicembre. Verranno forniti aggiornamenti. Se le condizioni dovessero migliorare nell’arco di 14 giorni, si valuterà il passaggio di una determinata area a restrizioni minori. Non abbiamo alternative, dobbiamo agire così. Comprendiamo il disagio, ma dobbiamo tenere duro. Stiamo lavorando per un nuovo decreto legge al fine di mitigare le conseguenze sui redditi e sul sistema produttivo. Pronti indennizzi per coloro che saranno colpiti da questo decreto, una sorta di ristoro-bis. Verranno accreditati, tramite l’Agenzia delle Entrate, nei propri Iban. Ci aspettano mesi lunghi e difficili, ma con l’aiuto di tutti potremo ritrovare la serenità”

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News