Resta in contatto

News

Posticipo Serie A: Hellas Verona da applausi. 1-1 allo Stadium contro la Juventus

Due i legni colpiti dai bianconeri di Pirlo, che rallenta ancora in classifica, ma l’ottima prestazione della squadra di Juric resta

Due gol, altrettanti annullati, oltre a due legni colpiti dalla Juventus. Alla fine la gara con l’Hellas Verona si chiude 1-1.

STADIUM QUASI VIOLATO. Gioca a viso aperto nel catino torinese la compagine di Juric, che contiene i pluri campioni d’Italia più brillanti in Champions che in campionato  (dopo il pareggio per 1-1 allo Scida col Crotone) che in avvio costringe i bianconeri oggi in maglia rosa, nella loro metà campo. Pericoloso al 14’ Kalinic, con Szczesny costretto in angolo. Sugli sviluppi (16’) annullato lo 0-1 per fuorigioco a Colley. Gioca con personalità la squadra veneta, che al 20’ subisce un’azione dei padroni di casa con Bernardeschi: conclusione al 20’ e Silvestri a distendersi e buttare sfera in corner. Sul susseguente ci prova Dybala (al rientro da titolare) che manda fuori. Scaligeri in area avversaria con due opportunità, nel giro di pochi secondi al 23’. Prima Colley, sul cross a rientrare di Lazovic, non riesce a indirizzare verso la porta, quindi altra chance, non concretizzata da pochi passi  ancora da Kalinic. Improvvisa palla (34’) di Ramsey per Morata, che va vicino alla rete. 37’: Silvestri fa suo il pallone calciato da Morata, poi Bernardeschi termina a terra, dopo un contatto con Faraoni, e protesta. Pasqua vede tutto e fa proseguire, non denotando alcuna irregolarità, così come La Penna al VAR.  Allo scadere della frazione (45)  gran gol di Morata per movimento e qualità che, davanti al portiere avversario solleva il pallone e lo supera. Tutto vano per fuorigioco per questione di centimetri.

Nella ripresa il canovaccio della sfida non cambia, con l’Hellas che attacca con Zaccagni (11’) che trova l’opposizione di Szczesny, che nulla può sul bolide calciato da Favilli al 15’ quando viene infilato col sinistro dall’ex Genoa, davvero sfortunato perchè (entrato in campo da poco al posto di Kalinic) sente un problema al flessore e deve uscire per far posto a Barak. Reazione rabbiosa della squadra di Pirlo, che si fa vedere in avanti al 19’ con Ramsey che cade a terra dopo un contatto col giovane Lovato, per Pasqua in campo e La Penna al VAR, si prosegue. Attacca con tanti uomini la squadra ospitante, alla ricerca dell’1-1. Pericolosa punizione al 24’, concessa per fallo di Empereur a Dybala. L’argentino calcia, Silvestri vola a prendere il pallone, ma non serve perché la sua difesa respinge il pallone. Grande giocata di Morata, un minuto dopo, altrettanto ottima la parata dell’estremo difensore dei gialloblù. Juventus sfortunata con i legni: Al 31’ infatti è Dybala a colpire la traversa nella parte interna, dopo la deviazione di Ilic. Il pareggio è solo rinviato e lo sigla Kulusevski, che manda a morire sul secondo palo, una palla lenta ma vincente.

L’aver agguantato il Verona carica ancora di più i piemontesi, che sfiorano il 2-1 con Rabiot al 34’. Ancora Dybala, sul passaggio di Cuadrado a incrociare, palla ancora fuori di pochissimo al 41’. Cinque i minuti di recupero, concessi da Pasqua per le speranze delle due squadre per vincere. Quasi rissa in campo. Ammoniti Kulusevski e Faraoni, che fanno slittare la fine del recupero. Uscita fondamentale al 47’ di Silvestri su Frabotta. Strepitosa la prestazione del portiere del Verona, che prima si supera su Dybala, quindi sul colpo di testa a distanza ravvicinata di Morata al 48’. Poco dopo altro intervento su che vale un punto d’oro strappato alla Juventus, su Cuadrado.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco Vargiu
1 mese fa

Crederci e non arrendersi mai..Vai Pedro arroga Tottu …

Francesco Vargiu
1 mese fa

Gobbi rosa shocking🤣🤣🤣🤣

efisio
efisio
1 mese fa

Molto bene!!!

Fran
Fran
1 mese fa

Gobbi sono finiti i bonussss😂😂😂

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Caro mio, era il S.Elia chiuso allora"

Fabián O’Neill

Ultimo commento: "Presente a quel Cagliari Roma 4-3. Una partita al livello del miglior Francescoli."

Lucio Bernardini

Ultimo commento: "Io ero presente perdemmo 1-0 gol di cravero trasferta indimenticabile eravamo in tanti che emozione ciao ragazzi sempre forza casteddu"

Carmine Longo

Ultimo commento: "Se giulius avesse un ds così ..... anche se ha avuto capozzucca e non è riuscito a tenere, ....sicuramente lo storpio do Marotta non la..."

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Ero ragazzino quando andò via per giocare con il Cesena e ci rimasi malissimo.."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News