Resta in contatto

News

Serie A, le altra gare della serata: per Hellas Verona, Sassuolo, Sampdoria vittorie pesanti. Milan fermato dalla Spal

Archiviate Torino-Lazio 1-2, Genoa-Juventus 1-3 gocate ieri e Inter-Brescia 6-0 e Bologna-Cagliari 1-1 alle 19,30 altre Quattro le contese disputate alle 21,45

Non sono mancate le emozioni nelle quattro gare giocate alle 21,45, valide per la giornata numero 29 della Lega Serie A, giocate a Ferrara, Verona, Firenze e Lecce. Vediamo come sono terminate:

SPAL-MILAN 2-2. Prima parte perfetta per la squadra di Di Biagio in rete con Valoti al 13’ e al raddoppio (30’) con un gol semplicemente fantastico di Floccari dalla distanza. 38’: annullato un gol a Calhanoglu, per fuorgioco di Rebic. l’arbitro Mariani prima convalida, poi ritorna sui suoi passi su suggerimento dal Var, dove c’è Pairetto. Ferraresi in 10’ al 42’: espulso D’Alessandro per un brutto fallo su Hernandez. Prima dell’intervallo arrivato dopo 6’ di recupero) palo di Calhanoglu al 44’. 25’ della ripresa. Saelemaekers innesca Ibrahimovic (entrato in campo nel frattempo) che stacca bene ma di testa non trova lo specchio. Nel secondo tempo stop e destro che si insacca al 24’ da parte di Leao che riapre la sfida con un piattone dalla distanza. Di Biagio espulso per proteste. Ibrahimovic su punizione (42’) sfiora il 2-2. Fondamentale la deviazione di Tomovic. La furia della squadra rossonera verso la porta difesa da Letica produce il clamoroso autogol di Vicari al 48’.

HELLAS VERONA-PARMA 3-2. Appena 2’ di partita e Gagliolo mette i brividi a Silvestri dalla distanza con un mancino al veleno, col pallone che si abbassa improvvisamente e termina alto. Vantaggio esterno firmato al 14’ da Kulusevski che, infilatosi in mezzo a due avversari e mandato a vuoto Rrahmani con una finta, trafigge Silvestri. 42’: Rrahmani colpisce in pieno la traversa, poco dopo (48’) fallo di Alves su Di Carmine, che dal dischetto non perdona. al 9’ della ripresa rimonta portata a termine grazie a Zaccagni. Gagliolo (19’) pareggia sulla ribattuta di Silvestri, che aveva neutralizzato la conclusione di Kulusevski. 23’: destro dal limite dello stesso Kulusevski, pallone che sfiora il palo e finisce di un soffio fuori.  Al 32’ Pessina profitta di un tentennamento della difesa e, sul passaggio di Verre, sigla il nuovo vantaggio.

FIORENTINA-SASSUOLO 1-3. Pronti, via e al 3’  palla gol per I viola con un destro di Chiesa, grande risposta di Pegolo che sostituisce Consigli.  A sbloccare la partita è la compagine di De Zerbi al 22’, con Defrel, complice un fallo da rigore di Castrovilli in area Djuricic. Raddoppia al 35’ ancora Defrel su cross di Djuricic. sfortunata la squadra di Iachini, che al 10’ della ripresa colpisce il palo interno, con Pezzella.  Al 16’ ingenuità di Castrovilli, che si fa rubare palla in area di rigore da Muldur, il quale segna facilmente. Cutrone (44’) accorcia le distanze, ma per una rimonta è troppo tardi.

LECCE-SAMPDORIA 1-2. Meglio la squadra di Ranieri che (40’) va in gol con un rigore concesso per fallo di Tachtsidis su Jankto in area, segnato da Ramirez dopo la superlativa parata di Gabriel, ma l’estremo difensore del Lecce è sfortunato. Al rientro in campo (85’) la pressione dei salentini culmina con il pareggio siglato da Mancosu, che guarda fino all’ultimo Audero e lo fredda per spiazzarlo con un tiro centrale. 11’. mancino a giro di Gabbiadini, Gabriel si allunga e respinge. Sulla ribattuta, Jankto non riesce a concludere a rete. 28’. Secondo penalty per gli ospiti. concesso ai per fallo di Paz su Depaoli. Ramirez raddoppia. L’assalto del Lecce non si concretizza con il pareggio. Sconfitta pesante e tre punti d’oro per la Sampdoria.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News