Resta in contatto

News

Doveri: “Personalmente ho dovuto regolare il tono della voce”

L’arbitro di Roma 1: “Senza pubblico non c’è bisogno di alzarlo per farti sentire dai calciatori. Con i giocatori com’è andata? Bene, poche proteste e distanziamento”

Non cambia assolutamente niente con lo stadio vuoto. Noi dobbiamo far rispettare le regole di gioco senza pensare al contorno, anche se ci auguriamo che presto gli spalti tornino a riempirsi dell’entusiasmo della gente. Personalmente ho dovuto regolare il tono della voce“. In una intervista a Il Messaggero, l’arbitro ha spiegato come è cambiato il lavoro del direttore di gara con gli stadi vuoti.

NUOVO MODO DI VIVERE LE PARTITE. “Senza pubblico non c’è bisogno di alzarlo per farti sentire dai calciatori. Con i giocatori com’è andata? Bene, poche proteste e distanziamentoC’è tanta responsabilità. Sarebbe bello che da quest’esperienza traumatica nascesse un nuovo modello di vivere le partite di calcio, in cui tutti possiamo migliorarci“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News