Resta in contatto

News

Coppa Italia. 1-1 contro l’Inter al San Paolo e Napoli in finale: affronterà la Juventus

I partenopei raggiungono in finale i bianconeri che ieri allo Stadium hanno eliminato il Milan impattando 0-0, dopo l’1-1 ottenuto a San Siro all’andata

Il Napoli impatta 1-1 in casa contro l’Inter e, grazie al successo all’andata in trasferta, raggiunge la Juventus in finale. Mercoledì sera all’Olimpico di Roma, si giocheranno il secondo trofeo nazionale. Come accaduto ieri (accadrà giustamente anche alla ripresa del campionato) anche stasera toccante minuto in memoria delle vittime del Coronavirus e l’applauso a medici infermieri, prima della sfida del San PaoloFabian Ruiz (autore dell’1-0 a San Siro) non è al top e Gattuso lo sostituisce con Elmas. Entrerà comunque nella ripresa.

GOL LAMPO OSPITE. Appena 2’ pochi secondi e nerazzurri avanti con la marcatura di Eriksen, direttamente da angolo aiutato involontariamente da un tocco impercettibile Di Lorenzo, che beffa l’incolpevole Ospina. Reazione immediata dei partenopei alla ricerca del pareggio, ma al 15’ quasi subisce lo 0-2 con la conclusione con il destro da circa 20 metri di Candreva, che termina d’un soffio alto sopra la traversa.  Mertens (22’) non approfitta di un errore di Bastoni in disimpegno che mette in difficoltà Handanovic, il quale controlla a fatica e Politano gli ruba il pallone, ma il tutto è vanificato dalla scivolata del belga.

MERTENS. 32’: Young salta Di Lorenzo e piazza la sfera per Lukaku, che prende posizione su Koulibaly e gira di testa, trovando l’ottima opposizione di Ospina in respinta. Il portiere di casa è provvidenziale anche al 40’ su Candreva, respingendo in corner il tiro a botta sicura. Dallo 0-2 scampato il Napoli sigla il pareggio con Mertens, al termine di un contropiede fantastico innescato da Ospina per Insigne, che imbecca il compagno di squadra che supera il portiere nerazzurro col destro, pareggia con il gol 122 in maglia azzurra, siglando il record personale.

Nella seconda parte di gara pressa la compagine di casa, che dopo 8’ va ad un passo dal 2-1 con il rasoterra con il destro calciato da Insigne, con Handanovic salvato per un soffio dal pallone che termina a fil di palo alla sua destra. 30’: grande chance non sfruttata da Sanchez per il 2-1 che avrebbe cambiato la partita. Due minuti dopo respinta con i pugni di Ospina, sulla potente punizione dalla distanza, di Eriksen. Gara aperta: al 35’ Handanovic è graziato dal tiro di Zielinski, che per sua fortuna non si insacca. Nel finale l’Inter si riversa in area avversaria, ma il risultato non cambia e in finale ci va il Napoli.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News