Resta in contatto

News

Zola: “A Cagliari i miei ultimi due anni da calciatore. Tra i più significativi della carriera”

Zola e Matteoli ospiti di Sky Sport, nel giorno del centenario del Cagliari, ricordano i loro trascorsi nella squadra di una Isola intera

Non appaiono spesso in video, ma quando lo fanno è sempre un evento. I due Gianfranco, Zola e Matteoli, si sono ritrovati virtualmente vicini sugli schermi di Sky Sport per omaggiare i 100 anni dalla nascita del Cagliari.

L’ARRIVO AL CAGLIARI. Zola: “Probabilmente siamo arrivati al Cagliari al momento giusto, dopo tante esperienze. Fin dall’inizio avevo l’intenzione un giorno di arrivare a giocare per la squadra della mia Isola e mettermi a disposizione. È stata una delle più belle esperienze che abbia fatto”. Matteoli: “Ho vissuto da piccolo lo scudetto del Cagliari, noi bambini vivevamo con l’emblema di quella squadra. Anch’io come Gianfranco sono arrivato a giocare con la maglia rossoblù dopo altre esperienze, ma il mio obiettivo era quello di tornare in Sardegna. Ho avuto la fortuna di arrivare al momento giusto”.

IL CAGLIARI DELLO SCUDETTO. Zola: “Ho vissuto quella esperienza sviluppando la passione di mio padre. Io ero piccolino, avevo 4 anni. Più avanti uno dei miei punti di riferimento è stato proprio Gianfranco (Matteoli)”.

QUELLA FINALE MANCATA. Matteoli: “La cavalcata in Coppa Uefa si è interrotta per mano di una Inter che in quella fatidica semifinale di ritorno ha dimostrato di essere una grande squadra. Noi avevamo fatto tanto, ma alla fine in campionato stavamo anche rischiando di retrocedere, il dispendio di energie è stato non indifferente”.

QUEL GOL CONTRO LA JUVENTUS. Zola: “In quella gara non meritavamo di perdere, ci ritrovammo in svantaggio ma cercammo con tutte le forze il gol del pareggio. Poi, quando Brambilla mise in mezzo quel pallone, riuscì a trovare di testa il gol del pareggio. Andò bene”.

LA PROMOZIONE IN A. Zola: “Gruppo fantastico il nostro, eravamo molto uniti. Quelli sono stati gli ultimi due anni per me da calciatore, me li ricordo come fosse ieri. Hanno significato certamente tantissimo”.

 

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News