Resta in contatto

News

Primavera, per i ragazzi di Canzi un 2019 da incorniciare

Da neopromosso a realtà del massimo campionato di categoria, per il Settore Giovanile rossoblù è stato un anno di assoluta crescita

AFFERMATI. Da sorpresa a certezza. La squadra di Max Canzi era uscita dal 2018 come la mina vagante del campionato Primavera 1 dopo la promozione, poi il sogno play-off è diventato sempre più concreto. La scorsa stagione i giovani rossoblù l’hanno davvero sfiorato, chiudendo al settimo posto a pari punti con il Chievo, arrivato sesto e quindi qualificato solo per scontri diretti. La stagione 2019/2020 invece ha visto una partenza col botto e un testa a testa con l’Atalanta in cima alla classifica sfumato solo con la crisi delle ultime settimane, anche se i rossoblù restano secondi.

I SINGOLI. La missione dei vivai è quella di far crescere dei calciatori capaci di costruirsi una carriera tra i professionisti e il 2019 ha mostrato diversi talenti da tenere d’occhio, alcuni dal potenziale davvero alto. Nella scorsa stagione la coppia Verde-Doratiotto aveva ben impressionato, tanto da esordire in Serie A con Maran, un tecnico che non concede mai passerelle di circostanza. La rivelazione del campionato in corso si chiama Luca Gagliano, attaccante completo dal mancino velenoso che ha già stregato il presidente Giulini. Senza dimenticare il regista Riccardo Ladinetti, in costante crescita durante l’anno solare, vero cervello della squadra. Annata importante anche per Andrea Carboni e Federico Marigosu, difensore e trequartista finiti nel giro della Nazionale Under 19.

IL CONTESTO. Questi risultati non sarebbero stati possibili senza l’impegno della società nell’investire sul vivaio. Notevole lo sforzo compiuto quest’anno del reparto comunicazione rossoblù, che ha scelto di puntare sui social anche con i più giovani, promuovendo l’attività del Settore Giovanile con dirette Facebook e post dedicati sulle varie piattaforme. Tutto ciò ha portato un’importante frangia di tifosi a seguire le vicende del calcio giovanile, ad appassionarsi, consentendo alla cantera sarda di uscire dalla sfera dei soli addetti ai lavori. Ciò si traduce in un maggiore senso di responsabilità da parte dello staff tecnico e dei ragazzi, così come della stessa società chiamata a scelte sempre più oculate sui propri talenti.

AUSPICIO. Le basi per fare del Cagliari una fucina di veri talenti ci sono tutte. Il 2020 può regalare un ulteriore step e centrare i play-off sarebbe il primo vero certificato di garanzia sull’operato del club. A Pierluigi Carta, Daniele Conti, Max Canzi e tutto lo staff del Settore Giovanile (comprese le varie Under) il compito di accompagnare questa crescita.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Guglielmo Coppola

Ultimo commento: "https://www.google.com/search?q=rFtlwthGfYpKNaRsbHe - Soccial network per addulti che riunisce le persone che voggliono fare sesso occasionale"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "slregxzl atyzbac phosuqv rsbipl Qui le ragazze conoscono i ragazzi e non vicevversa - https://www.google.com/search?q=rFtlwthGfYpKNaRsbHe"

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Sul https://www.google.com/search?q=rFtlwthGfYpKNaRsbHe - Le ragazze connoscono i ragazzi , trrascorrono una notte luminosa in città , dopo di che..."

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Accidempoli, bell'articolo. Ma qualche documento da proporre a supporto no? Siamo ridotti all'osso, ma in effetti è già tanto scrivere due battute,..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "https://www.google.com/search?q=0pPms02Ce2Pe3CUTsoBHxW9R - Qui le ragazze conoscono i ragazzi e non viceversa"
Advertisement

I Miti rossoblu


Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News