Resta in contatto

Approfondimenti

A Lecce una “colonia” di ex rossoblù

In casa del prossimo avversario del Cagliari spicca la presenza di ben otto elementi che hanno vestito la maglia rossoblù. Ben due sono figli della Sardegna

Da Marco Mancosu a Diego Farias, passando per Luca Rossettini: riviviamo in alcune righe l’avventura in rossoblù dei sette ex presenti nella rosa di Fabio Liverani, partendo proprio dal tecnico.

FABIO LIVERANI. Qualcuno lo ricorda? Ebbene si, il buon Fabio che tanto bene ha fatto con le maglie di Lazio e Fiorentina, è passato per Cagliari nel lontano 1996. Di ruolo trequartista, faceva coppia in attacco con Paolo Tribuna nella formazione primavera guidata da Elvio Salvori. Da segnalare una presenza con la prima squadra di Giovanni Trapattoni nell’amichevole pareggiata per 2-2 contro il Bayern Monaco.

MARCO MANCOSU. Sardo, sardissimo e facente parte di una famiglia di calciatori, ha percorso le giovanili rossoblù dal 2003 fino a trovare l’esordio in prima squadra nell’ultima giornata della stagione 2006/2007. E che esordio! In quel di Ascoli trova un goal di testa su azione d’angolo. Dopo una parentesi al Rimini ritorna in rossoblù dove collezionerà alcune presenze prima di essere ceduto all’Empoli. (Totale: 11 presenze, 1 rete)

LUCA ROSSETTINI. Difensore centrale acquistato dal Siena nell’estate del 2012 per la cifra di circa 2 milioni di euro. Si impone subito nell’undici titolare facendo coppia in difesa con Davide Astori. Nella stagione della retrocessione in serie B è tra i primi a contestare l’operato di Zdenek Zeman. Emblematica la sua presunta dichiarazione “Che senso ha correre così tanto?“. Nell’estate del 2015 viene ceduto al Bologna per 2,5 milioni di euro. (Totale: 101 presenze, 3 goal)

ANDREA TABANELLI. Acquistato dal Cesena nel gennaio del 2014, risulta ben presto al centro di un vero e proprio caso. Massimo Cellino, in quei giorni impegnato nell’acquisto del Leeds United, lo “passa” dal Cagliari al sodalizio albionico proprio qualche giorno dopo. Presentatosi agli allenamenti, l’allora tecnico (anzi, manager) Brian Mc Dermott disse ironicamente: “E questo chi è?”. La Federazione Calcio Inglese, però, respinse il tesseramento in quanto giunto oltre il termine consentito, il che costringe Tabanelli a far ritorno a Cagliari dove esordisce soltanto nel finale di campionato. (Totale: 3 presenze)

PANAGIOTIS TACHTSIDIS. “Colpo” dell’ultimo minuto di mercato di Stefano Capozucca datato 31 agosto 2016. Il ds rossoblù di allora corse ai ripari del mancato ingaggio del cileno Mati Fernandez. Grazie all’infortunio di João Pedro arrivato dopo poche giornate di campionato, si guadagna il ruolo di regista titolare, in quanto Massimo Rastelli è costretto a spostare Di Gennaro sulla trequarti. Rimane in Sardegna solo una stagione senza lasciare un particolare segno. (Totale: 26 presenze)

DIEGO FARIAS DA SILVA. Forse una delle maggiori incompiute degli ultimi anni della squadra rossoblù. Voluto fortemente da Zdenek Zeman, si mette in luce per velocità, dribbling, ma anche per eccessivo “amore” per il pallone ed una discontinuità quasi disarmante. In serie B risulta il rossoblù più prolifico con ben 14 reti, ma non conferma i suoi progressi nella massima serie. Segna alcuni ed importanti goal, ma continua a difettare nella continuità, il che costringono la società rossoblù a cederlo prima all’Empoli e poi allo stesso Lecce. (Totale: 138 presenze, 33 reti)

VASCONCELOS GABRIEL FERREIRA. Arriva a Cagliari nel gennaio del 2017 dal Milan nel burrascoso scambio con Marco Storari. Parte quasi subito titolare, ma commette ben presto dei clamorosi errori che costringono l’allenatore Rastelli a lanciare titolare il connazionale Rafael, di gran lunga più affidabile. (Totale: 3 presenze, 7 goal subiti)

MAURO VIGORITO. Sardo anche lui, è stato il portiere della primavera rossoblù. Nella stagione 2009/2010, complici  gli infortuni di Marchetti e Lupatelli, esordisce in serie A nella gara interna contro la Fiorentina, subendo un goal da Stefan Jovetic. Il tecnico Melis, che sostituì l’esonerato Allegri, gli concesse un’ulteriore presenze nell’ultima gara di campionato contro il Bologna dove subisce una rete dal brasiliano Adailton. (Totale: 2 presenze, 2 goal subiti)

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti