Resta in contatto

News

Serie C, Girone A. Olbia sempre peggio: la Carrarese vince 4-2: quarto ko di fila. Filippi rischia?

Nonostante l’esordio del neo ingaggiato Gozzi i bianchi rimediano un’altra sonora sconfitta. A nulla serve il gol realizzato da Biancu

Notte fonda, anzi buia pesta in casa Olbia. La squadra che nelle prime due giornate era partita fortissimo (battendo in Toscana una delle favorite Robur Siena e in casa la Giana Erminio), si è sgretolata nelle ultime giornate e il 4-2 subito questo pomeriggio sul campo della Carrarese, lo certifica. Eppure oggi, come non mai, i bianchi erano entrati in campo decisi a fermare la serie negativa fatta di sconfitte rimediate contro Pontedera, Alessandria e Renate.

LA PARTITA. Biancu al 12’ ci prova senza fortuna, ma sei minuti dopo arriva la rete del vantaggio dei toscani con l’ex Serie A Livorno e Empoli, Tavano, che insacca la sfera dopo una potente punizione forte e angolata da circa 35 metri. I bianchi accusano il colpo, hanno difficoltà nel reagire al contrario di una squadra di casa che  controlla la partita. Olbia in avanti solo al 38’ dalla distanza con La Rosa, palla fuori. Quattro minuti dopo, dall’altra parte, altra conclusione dalla distanza, palla di poco al lato alla destra di Van der Want. Prima dell’intervallo ci prova Pennington al 44’ Tedeschi spazza via in angolo. Nonostante si siano rafforzati in difesa con l’appena arrivato Gozzi, la squadra gallurese va sotto altre due volte ad inizio ripresa: al 3’ raddoppia con Infantino, il quale aggancia la sfera dalla punizione di Tavano, e tutto solo batte da pochi passi Van der Want. Che al 5’ è battuto all’angolino anche da Tedeschi, dopo il palo colpito da Valente in diagonale.

Spalle al muro la squadra gallurese prova a reagire, trovando la marcatura con Biancu con un bel tiro da fuori area, che non lascia scampo a Forte. Al 10’ Doratiotto prende il posto di Verde. Cinque minuti dopo tiro dalla distanza e palla nel sacco. Rimonta che si interrompe alla mezz’ora, quando con la sua doppietta personale, Infantino sigla mandando il pallone in rete in verticale. Infine (44’) gran giocata di Doratiotto per Vallocchia che davanti a Forte lo grazia incredibilmente, spedendo il pallone alto sopra la traversa. Nei cinque minuto di recupero non accade nulla. Quarto ko di fila e notte pesta in casa Olbia.

6 Commenti

6
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Mi sa cambio …allenatore ?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Filippi non si riesce a giudicare urla urla ma poi i ragazzi lo capiranno ??

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma no dai…Filippi è un grande allenatore

PaoloS
Ospite
PaoloS

Spero di sentire notizie migliori quando giocheranno contro il Monza del Cav e la Juve3 di Han….ma ci vorrebbe un cambio alla guida della squadra.

PaoloS
Ospite
PaoloS

Date la squadra a Lulù Oliveira, magari potrei iniziare a tifarli.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Fenomeni.??

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "Solo una parola.UNICO.ha scelto la parola data anziché i milioni.GIGI UNO DI NOI. IL SARDO DI LEGGIUNO"

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "E non è il solo pacco in quegli anni, se penso che il Treviso ci aveva proposto un certo Luca Toni e invece Bellotto pretese Beghetto"

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Cera era un grandissimo mediano di spinta,e con questo ruolo ha sempre giocato fino all'infortunio di Tomasini(libero). Scopigno fu costretto per..."

Comunardo Niccolai

Ultimo commento: "a Mexico 70 giocò solo la prima partita contro la Svezia e poi fu relegato in panchina e il suo posto fu preso da Rosato"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "E’ stato certamente un grande giocatore, un riferimento per tutti i suoi compagni ! Un grande professionista fuori e dentro il campo . ..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News