Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Il Torino sconfigge 2-1 in rimonta un Milan dalla doppia faccia

torino

Al Grande Torino non basta un ottimo primo tempo da parte della squadra di Giampaolo ancora ko dopo la sconfitta nel derby con l’Inter. Belotti in gran forma

Con la vittoria per 2-1 del Torino in casa contro il Milan, si è chiusa stasera la quinta giornata, apertasi martedì con l’esordio stagionale in Italia di Mario Balotelli con la maglia del Brescia e che ieri sera ha visto il Cagliari espugnare il San Paolo dopo 12 anni, grazie all’1-0 siglato da Castro al 42’ della ripresa. Allo Stadio Grande Torino, arrivano due squadre che arrivano rispettivamente da due sconfitte di seguito i granata (con Lecce e Sampdoria) e una i rossoneri, il derby con la capolista Inter. Al 9’ punizione concessa per fallo di Lyanko su Piatek, Calhanoglu calcia direttamente in porta, pallone di poco a lato alla destra di Sirigu, che era comunque sulla traiettoria.

PIATEK. Al 17’ Leao viene spinto in area da De Silvestri, l’arbitro Guida non ha dubbi nel concedere il penalty dopo essersi consultato con il VAR. Dal dischetto il polacco insacca, con il portiere del Torino ad un passo dal toccare il pallone. Al 22’ super parata di Sirigu su Leao, a negare lo 0-2 al Milan, che ci va vicino al 24’ con un destro scagliato da poco oltre 20 metri, da parte di Calhanoglu. Belotti e compagni hanno accusato il colpo e hanno difficoltà nel reagire, anche se al 48’, nel terzo minuto di recupero di recupero (complice una brutta uscita di Donrunamma) fallisce il pareggio con Belotti, il quale a porta vuota fallisce l’1-1.

Le squadre rientrano in campo senza cambi. Al 3’ colpo di tacco di Piatek, libera la difesa di casa. Un minuto dopo risposta da parte di Aina, con una botta che Donnarumma non controlla bene, ma riesce a liberare il pericolo, mentre al 16’ Zaza che viene anticipato ad un passo dal tiro, a due metri dalla linea di porta.  Al 20’ si rivede Bonaventura, assente per infortunio dal 25 ottobre dello scorso anno per via di un brutto infortunio, che sostituisce Leao.

BELOTTI CAMBIA IL VOLTO ALLA PARTITA. Al 27’ grande azione del gallo che, fatto fuori Musacchio ed entrato in area, fa partire una conclusione violenta dal limite dell’area di rigore, non il massimo dell’intervento, da parte di Donnarumma e palla in rete. Guida convalida, con conferma dei colleghi al VAR, nonostante un fallo di mano, chiesto dai rossoneri. Passano 4’ e lo stesso Belotti realizza la doppietta, sulla ribattuta del portiere del Milan sulla prima conclusione di Zaza.  Prova la reazione per almeno pareggiare la gara, ma il Torino controlla fino al , con Kessie che si divora il pareggio nel terzo minuto di recupero dei cinque concessi, mentre proprio nel finale Sirigu è meraviglioso a negare il 2-2 a colpo sicuro, di Piatek di testa.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News