Resta in contatto

Il muro del Tifoso

L’odio sportivo tra tifosi cagliaritani e partenopei: ha ancora senso?

L’odio sportivo tra tifosi cagliaritani e partenopei: ha ancora senso?

Tutto (o quasi) iniziò dallo spareggio per non retrocedere tra Cagliari e Piacenza, giocato nel lontano 1997 proprio allo stadio San Paolo

È forse la gara che più di tutte scatena l’astio dei tifosi rossoblù nei confronti di una tifoseria, quella napoletana, che da tanti anni non gode (diciamo così) di grosse simpatie.

Il momento storico che più di tutti ha contribuito alla rottura totale è da ricercarsi in quel pomeriggio del 15 giugno 1997, quando i tifosi del Cagliari si trasferirono in massa nel capoluogo campano, sede designata dello spareggio per non retrocedere in Serie B tra i rossoblù e il Piacenza. Inutile dire che i cagliaritani ricevettero un’accoglienza tutt’altro che ospitale, sbeffeggiati e insultati dai padroni di casa che, in teoria, avrebbero dovuto rimanere neutrali. È anche vero che da quel lontano 1997 sono passati tanti anni, e che forse potrebbe essere riposta l’ascia di guerra.

La domanda ora è: ha ancora senso dopo tanto tempo continuare in una ‘guerra’ tra tifoserie, o l’affronto subito a suo tempo è stato così grave da non poter essere dimenticato?

Lascia il tuo commento a margine di questo articolo nella discussione tra tifosi rossoblù.

165 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
165 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Il muro del Tifoso