Resta in contatto

News

La Lazio vince 2-1 in casa della Sampdoria e non molla la lotta per la Champions

Gara spettacolare a Marassi tra i padroni di casa e i biancocelesti. Tre gol, pali e traverse in un confronto che non ha annoiato i presenti sugli spalti

La Lazio sbanca Marassi imponendosi 2-1 sulla Sampdoria al termine di una bellissima sfida. I biancocelesti riscattano il ko casalingo con il Chievo e si rilanciano alla grande in chiave Champions, mentre il ko per la squadra di Giampaolo significa addio all’obiettivo Europa League.

CAICEDO SHOW. Gol a freddo della squadra di Inzaghi (galvanizzata dalla qualificazione in finale nella Coppa Italia contro l’Atalanta) grazie a Caicedo, che al 3’ batte Audero con un tiro col piede sinistro, dopo l’errore commesso da Colley. Il portiere di casa evita il raddoppio sul lanciatissimo ex di turno Correa, il quale al 19’ scarica su Romulo, il quale a sua volta imbecca Caicedo, che anticipa un entrato a freddo Tonelli al posto di Colley e in girata di testa batte ancora il portiere dei blucerchiati sul secondo palo. L’ex Napoli si riscatta al 30’ con un grande intervento difensivo su Correa.

Nonostante il doppio passivo e le difficoltà, l’undici di Giampaolo non disdegna qualche sortita in attacco, rendendosi pericoloso con Ramirez  (espulso al 44’ per doppia ammonizione) su punizione da circa 25 metri, con un sinistro a giro sopra la barriera, che Strakosha ribatte con i pugni in tuffo, quindi con il rasoterra fatto partire da Murru al 39’. La ripresa vede al 9’ il palo di Romulo, che supera Audero ma no trova il gol che avrebbe chiuso in modo definitivo la contesa.

QUAGLIARELLA. Gol fallito, gol subito da parte dei biancocelesti, i quali al 12’ vedono il loro portiere Strakosha essere costretto a raccogliere il pallone dal fondo del sacco sulla rete numero 150, la ventunesima in stagione da parte, che sigla con un sinistro dopo una strepitosa giocata di Ekdal. Quattro minuti dopo palo di Murru, al termine di una giocata fantastica con un sinistro a incrociare, che avrebbe meritato la gioia della marcatura.  Gara viva: alla mezz’ora botta terrificante su punizione di Immobile, traversa piena con Audero battuto. Dall’altra parte Defrel si divora il 2-2.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News