Resta in contatto

News

Un gran gol di Nainggolan non basta all’Inter per vincere: contro la Juventus è 1-1

Meglio la squadra di Spalletti per oltre 60’ poi viene fuori la compagine di Allegri in una che non ha certo annoiato i presenti sugli spalti e su Dazn

A San Siro davanti a oltre 76000 spettatori 1-1 tra Inter e Juventus nel terzo posticipo della giornata dopo la vittoria del Bologna in chiave salvezza sull’Empoli per 3-1 e il 3-0 inflitto dalla Roma al Cagliari.

NERAZZURRI AVANTI. 7’ sul cronometro e nerazzurri avanti con la splendida conclusione di Nainggolan, il quale si coordina su pallone giunto dall’assist di Politano sul corto rinvio della difesa avversaria e fa partire un destro al volo da distanza siderale, che termina in rete dopo un tocco sfortunato di Szczesny. Risposta bianconera al 10’ con Chiellini, con tiro che termina sopra la traversa, mentre al 12’, sugli sviluppi di un corner, De Vrij schiaccia di testa da posizione ravvicinata, Szczesny si distende e respinge il tiro, che poi fa suo prima dell’intervento di Vecino. Al 18’ sinistro potente di Bernardeschi, sfera di poco alta sopra la traversa.

RONALDO. Insiste la squadra di Spalletti, che alla mezz’ora ha la chance per il raddoppio con Icardi, il cui destro da posizione ravvicinata trova la respinta di Matuidi.  Nella ripresa bisogna aspettare al 12’ per vedere una conclusione verso la porta avversaria. A crearla è la squadra nerazzurra con Peresic, che regala ai suoi tifosi, l’illusione del gol. Al 16’ Ronaldo sbaglia il pareggio con un tiro a botta sicura, cosa che non accade un minuto dopo, quando supera Handanovic con una perfetta rasoiata col piede sinistro.

Al 25’ bravo Icardi nel triangolare e servire Peresic, ma altrettanto ottimo l’intervento di Szczesny, sul tiro potente ma centrale del croato. Nove minuti dopo opportunità per Emre Can: il quale fa partire un destro a giro di prima intenzione, che però termina di un soffio sopra la traversa. Nel finale (44’) Pereira ad u passo dal raddoppio, sul passaggio filtrante di Ronaldo.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News