Resta in contatto

Approfondimenti

Cruijff e Riva, simboli di utopie calcistiche diventate realtà

L’asso olandese avrebbe compiuto oggi 72 anni. Quello con Rombo di Tuono fu il più grande duello mancato tra giocatori della stessa epoca

DA UN MITO ALL’ALTRO. “A quei tempi era il più grande, nessuno riusciva a contenerlo, soprattutto quando partiva in velocità da centrocampo – disse Gigi Riva all’Ansa il 24 marzo 2016 quando giunse la notizia della scomparsa di Johan Cruijff, il più grande giocatore europeo della storia – Non ci siamo mai incontrati sul campo, ma nella vita una volta sì. Era negli anni ottanta, sulle tribune del torneo di Viareggio, quando tutti e due stavamo cercando delle giovani promesse da lanciare”.

DUELLO MANCATO. Quello tra l’Olandese Volante e Rombo di Tuono è forse il più grande duello mai consumato sul campo tra giocatori della stessa epoca. Due simboli di un calcio che non c’è più, due campioni che hanno saputo trasformare l’utopia in realtà, tra sport e storia della società moderna. Riva resta ancora oggi il miglior marcatore di sempre per la Nazionale italiana e il trascinatore di quello Scudetto del ’70 che ribaltò le gerarchie della geografia calcistica. Cruijff ha legato per sempre il proprio nome al bel gioco, a una filosofia tattica studiata, ricercata e declinata in tutte le salse ancora oggi. Nessuno però ci riesce come l’Arancia Meccanica originale.

MENTORI. Entrambi sono stati capaci di allevare nuove generazioni di campioni. Hanno costituito un ruolo paterno per i calciatori che si affacciavano ai grandi palcoscenici del professionismo. Più di tutti sono stati dei modelli, degli ispiratori. Se Cruijff lo è stato per il modo di intendere il calcio degli olandesi e degli spagnoli (dalla “Masia” del Barcellona fino all’ultimo Ajax delle meraviglie) Riva invece lo è stato per quegli azzurri che ha accompagnato a giocarsi le finali dei trofei più prestigiosi: dalla finale Mondiale del 1994 al successo di Berlino 2006, passando per la finale dell’Europeo 2000 fino a quella del 2012. Il loro impatto sul calcio come lo conosciamo oggi non è quantificabile.

Oggi Johan Cruijff avrebbe compiuto 72 anni.

Tanti auguri, ovunque tu sia.

10 Commenti

10
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Piergianni Pala
Ospite
Piergianni Pala

Eterno campione. Immortale del calcio

marcello
Ospite
marcello

Riva hai dato due gambe per la nazionale, senza quelle due fratture avremmo vinto tre scudetti di seguito anzichè uno solo. Ma ci basta. I miracoli non si ripetono. L’anno del primo infortunio avevi 18 reti nel girone d’andata. Poi ti sei dovuto fermare e Mazzola non riuscì a superarti raggiungendo quota 17. Sei e sarai sempre il nostro campione.

James
Ospite
James

Due Giganti indubbiamente molto diversi tra loro!!
Cruijff: genio,tecnica e tattica.
Riva: forza fisica dirompente e gol.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Vederli giocare insieme no?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Se non fosse stato il macellaio austriaco, Cagliari-Ajax, ossia Riva vs Cruijff, in semifinale di Coppa dei Campioni. Due grandissimi.

marcello
Ospite
marcello

Ricordo le botte con l’Atletico Madrid.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Due campioni eccezionali..

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Due GRANDI❤️💙

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sarebbe stato bello vederli giocare l’uno contro l’altro…senza il macellaio austriaco sarebbe stato possibile…peccato. Forse i due attaccanti più grandi della storia. Io comunque mi sarei tenuto Riva dovendo proprio scegliere…:) ! ❤️💙

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Due campioni inarrivabili

Advertisement

Roberto Boninsegna

Ultimo commento: "Bonimba grandissimo giocatore e bomber, ma non era la spalla ideale di Riva, i due erano due punte che entrambe in qualsiasi parte del campo si..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Ma io dico bohhhh...Tu sei il classico tipo di persona che dice ......aaaa si bella la Sardegna...Si ci sono stato ....È dove sei stato in..."

Darìo Silva

Ultimo commento: "Dario silva-a me personalmente piaceva tanto-veloce-creava spazzi-forte fisicamente- e mi faceva anche divertire-era simpatico fuori e dentro il..."

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Con una squadra così avremmo vinto un altro scudetto o due."

Fabián O’Neill

Ultimo commento: "Bravo anche lui, ma Mboma per me era superiore...per me ripeto......"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti