Resta in contatto

News

Cagliari smarrito e frettoloso, per una rimonta fantasma

L’Unione Sarda propone un approfondimento sulla sconfitta del Cagliari a Bologna, sottolineando un approccio sbagliato dopo l’1-0 che non ha portato frutti. Anzi…

FRETTA. Il Cagliari ieri a Bologna ha incassato una sconfitta che lascia il segno, soprattutto perché ciò che si era visto nella precedente gara contro l’Inter sembra di nuovo evaporato: un andamento da gambero. La chiave per una partita toppata in particolare nella ripresa può essere riconducibile alla troppa fretta del tecnico di voler recuperare, inserendo tre giocatori offensivi per forzare i tempi. Non si è rivelata una decisione felice.

EQUILIBRIO. Togliendo all’intervallo Padoin per inserire Despodov, Maran ha quindi arretrato Barella in mediana e João Pedro trequartista. Un peccato, perché così sono state tarpate le ali al giovane azzurro fino a quel momento uomo ovunque. Oltretutto, il bulgaro non ha per niente azzeccato la giornata. Il successivo ingresso di Théréau per Bradaric ha forzato ulteriormente le cose a 20 minuti dal termine: il risultato non è stato quello sperato nelle intenzioni del tecnico, con la conseguenza di una squadra pesantemente sbilanciata e frettolosa nonostante ci fosse in quel momento solo un gol da recuperare.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News