Resta in contatto

News

1-1 tra Torino e Fiorentina che non si sono risparmiate nell’anticipo

Due gol in tredici minuti per le due squadre che poi falliscono in più di una circostanza la rete che avrebbe regalato i tre punti e un salto in classifica

Un punto a testa tra Torino e Fiorentina nell’anticipo del sabato sera. Il match si è chiuso 1-1, ma entrambe hanno cercato il gol del vantaggio definitivo. Sia i granata che i viola non fallo quel salto di qualità che le avvicinerebbe alla zona europea. Espulso Mazzarri per proteste dopo 30’ di contesa.

 UN GOL PER PARTE NELLA PRIMA FRAZIONE. Bel primo tempo allo stadio Grande Torino tra i padroni di casa e i toscani, che passano in vantaggio dopo 1′ e 2 secondi con la rete dell’ex Benassi, abbastanza fortunato a sfruttare un involontario assist di De Silvestri. I padroni di casa reagiscono e al 13’ impattano complice l’autogol di Lafont, sfortunato con il rimpallo sulla propria schiena, dopo il palo precedentemente colpito da Aina. Conseguito il pareggio è il Torino a farsi preferire, che resta però senza tecnico in panchina per l’espulsione di Mazzarri, avvenuta da parte dell’arbitro Fabbri alla mezz’ora esatta per le proteste a seguito di un duro fallo di Vitor Hugo da dietro su Iago Falque, che l’arbitro non sanziona.

Nella ripresa, specie nella prima parte, meglio la compagine di Pioli, che si rende pericolosa sia al 17’ che al 19’. Lo fa entrambe le volte con Chiesa, che non riesce ad avere la meglio su  Aina, che salva intervenendo con la gamba, quindi ci tenta Veretout con la verticalizzazione per Mirallas, che cerca proprio il figlio d’arte sul secondo palo, ma la deviazione sulla traiettoria della palla da parte di De Silvestri è decisiva per evitare il tap-in vincente del numero 25 viola e mettere fuori causa Sirigu.

Gara che continua a regalare emozioni, come la grande parata al 27’ di Lafont (uscito a vuoto 4’ prima su Iago Falque) proprio sul numero 14 servito da Zaza, gran botta da  fuori area di prima intenzione col mancino, conclusione respinta. Al 36’ sono i viola a sfiorare la rete del raddoppio: suggerimento di Chiesa per Simeone, ma Sirigu non si lascia sorprendere dal diagonale di destro dell’argentino e respinge su Mirallas, ma il gol non arriva per lo strepitoso riflesso del portiere di Siniscola. Dopo 4’ di recupero arriva il fischio finale per una gara terminata 1-1.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "A questo punto bisognerebbe capire quanto vale il cagliari… fare una colletta e sbattere fuori i CONTINENTALI, presidente ,ds e giocatori che non..."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Se non si hanno giocatori di valore, può arrivare a che il più bravo degli allenatori ma non si possono avere prospettive di risalire in serie A...."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News