cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fascetti, 80 anni e non sentirli: “Barella? Fossi in Mancini…”

L’ex allenatore viareggino festeggia oggi un compleanno importante. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, parla a ruota libera del calcio italiano

PROVINCIA. Eugenio Fascetti, nato a Viareggio il 23 ottobre 1938, è stato uno dei tecnici protagonisti del calcio italiano tra la fine degli anni Ottanta e il decennio successivo. La sua parentesi più felice, per cui viene ancora oggi maggiormente ricordato, è stata in Puglia sulle panchine di Lecce e Bari: oltre a ben figurare nel massimo campionato, lanciò diversi giocatori. Tra cui i nazionali Antonio Conte, Francesco Moriero e Antonio Cassano.

OGGI. La sua figura, nel calcio di oggi, starebbe ancora benissimo. Un personaggio senza compromessi, senza peli sulla lingua, che ha forse pagato per questa peculiarità senza arrivare a palcoscenici più prestigiosi. Il pallone ammirato tra i piedi del grande Valentino Mazzola, l’Ungheria di Puskas e Hidegkuti, Julinho e Schiaffino. La Storia, con la S maiuscola. Tra tutte le considerazioni che Fascetti fa sul calcio di ieri e oggi, cita il talento del Cagliari da poco entrato nel giro azzurro: “Barella? Fossi in Mancini me lo terrei stretto“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...
Il tecnico del Cagliari ha toccato oggi anche l'argomento delle celebrazioni dell'anniversario dello Scudetto...
Nel 54° anniversario dello Scudetto del Cagliari, un'immagine estremamente evocativa pubblicata dal club rossoblù su X....

Dal Network

La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...
I bianconeri hanno perso ben diciannove punti dopo essere passati in vantaggio, ma non è...

Altre notizie

Calcio Casteddu