Resta in contatto

News

Padoin: “Per Cagliari c’è un posto importante nel mio cuore”

Bella intervista rilasciata dal giocatore friulano a La Nuova Sardegna. Il suo amore per la città che lo ha accolto dopo la partenza da Torino

Tanto sudore, tanto impegno, nessun rimpianto. Simone Padoin racconta a La Nuova Sardegna un po’ di sé stesso, mettendo in primo piano l’entusiasmo e l’amore per il calcio. “Non mollare mai, soprattutto nelle situazioni difficili”, spiega il giocatore friulano, “il mio motto è da sempre questo. In tre parole potrei dire di essere rispettoso, leale e programmatore, ma sono soprattutto una persona onesta”.

LE SCELTE. “Quello che faccio è la conseguenza di riflessioni, e ogni mia decisione è condivisa con mia moglie. Errori? Sicuramente ne ho commessi tanti, ma non rimpiango niente. Diciamo che avrei potuto fare meglio alcune cose, ma va bene così”.

NELLO SPOGLIATOIO. “Leader o gregario? Come atteggiamento mi sento un leader, e questo succedeva anche alla Juventus, anche se non ero tra i migliori. In altre occasioni so che c’è da pedalare e non mi tiro indietro”.

IL CAGLIARI. “Ha un posto importante nel mio cuore, d’altronde è la società che mi ha accolto quando ho deciso di lasciare la Juventus. L’affetto dei tifosi è una cosa speciale. Se rinnoverò il contratto? È in scadenza, mi farebbe molto piacere. Capisco però che la società deve riflettere: a giugno compirò 35 anni. Faccio parte di un bel gruppo che può togliersi molte soddisfazioni. Ho molta fiducia”.

GIULINI E MARAN. “Il presidente è molto ambizioso, l’ho capito fin dal momento in cui ci siamo conosciuti. Ha idee interessanti e il progetto del club prevede una crescita graduale. Il mister è invece molto pignolo, cura ogni dettaglio. Quando finisce di spiegare le cose nello spogliatoio ci chiede sempre se abbiamo capito e che non avrebbe problemi a ripetere tutto. È bello lavorare con un tecnico che ha sempre tutto sotto controllo”.

IL MILAN. “I rossoneri sono forti, ancora di più dopo aver preso Higuain, giocatore che fa la differenza. Non mi piace fare pronostici, ma posso dire che per la squadra di Gattuso non sarà facile: noi stiamo bene e abbiamo entusiasmo”. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Giulini ha già pianificato tutto, come ha già detto qualcuno Zeman corrisponde all'identikit perfetto in relazione alle sue conoscenze calcistiche:..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News