Resta in contatto

News

Maran: “Non vediamo l’ora di iniziare, le neo promosse hanno sempre grande entusiasmo”

L’allenatore della squadra rossoblù ha parlato alla vigilia della prima giornata di Serie A che vedrà opposti i suoi ragazzi ai neopromossi toscani

PRONTI VIA. Inizia ufficialmente il campionato italiano 2018/2019. Il Cagliari comincerà la stagione domani in trasferta contro i neopromossi dell’Empoli, squadra dominatrice dello scorso torneo cadetto. Per i rossoblù dubbio Bradaric-Cigarini, mentre per il nuovo acquisto Klavan bisognerà attendere.

Ecco le parole del mister Rolando Maran dalla sala stampa del Centro Sportivo di Asseminello:

ESORDIO. “Troveremo una squadra che ha grande entusiasmo, le neo promosse hanno qualche energia in più a inizio campionato. C’è una grande voglia nostra di affrontare questa gara. Sappiamo che mettendo in campo una prestazione di sostanza e sacrificio andrà tutto bene. Non vediamo l’ora di iniziare”.

MERCATO. “La società ha dato il massimo per migliorare il livello della rosa. Ho tanti ragazzi bravi a livello tecnico e morale che sono rimasti. Il mosaico si è completato bene. Abbiamo un mese ulteriore per inserire i nuovi, ma c’è già una base importante”.

KLAVAN. “Un giocatore importante. Non l’ho ancora visto di persona ma so che è un giocatore che ha voglia di mettersi a disposizione dell’allenatore e della società”

I FATTI DI GENOVA. “Qualsiasi cosa si fosse fatta non sarebbe stato abbastanza. Nulla sarebbe stato sufficiente per attenuare la situazione. Dobbiamo essere tutti vicini nel nostro intimo a quelle persone che soffrono”.

HAN E COLOMBATTO. “Credo ci sia un mix giusto di giocatori esperti e giovani. Sono scelte fatte per loro, per me potevano essere utili ma a loro serve giocare per crescere. Abbiamo rinunciato a loro con dispiacere e abbiamo cercato di fare il loro bene più che il nostro”.

BARELLA. “Io lo sto alternando da interno e sulla trequarti. Lui sta lavorando bene su entrambi i ruoli”.

PREVISIONI DI CLASSIFICA. “Le alchimie fanno la differenza. Noi dobbiamo essere bravi nel migliorarle. Il campionato si è alzato di livello, sia in alto che in basso. Adesso siamo in costruzione ed è difficile dire dove potremmo arrivare”.

CENTROCAMPO. “Su Deiola è stata fatta una considerazione sul numero. Meritava di restare ma ci sono tanti giocatori in quel ruolo”.

BRADARIC. “Lui è come se fosse in ritiro in questo momento. Non ha la condizione degli altri, sta lavorando con carichi diversi”.

SCONTRO DIRETTO. “Io ragiono per raccogliere il massimo dal campo. La nostra testa deve sempre essere rivolta ad ottenere il massimo”.

SENSAZIONI. “Non vedo l’ora di iniziare. Vedo energia positiva nello spogliatoio, ho fiducia”.

SAU E FARIAS. “Farias è più propenso all’uno contro uno e ad attaccare lo spazio, Sau più a costruire il gioco. Sono due giocatori simili ma con le loro peculiarità”.

L’EMPOLI. “L’ultima partita fa poco testo, è una squadra che ha ottimi palleggiatori e attacca bene lo spazio. Noi però dobbiamo pensare al nostro gioco”.

SRNA E JOAO. “Non li porteremo col gruppo perchè preferiamo tenerli qui a lavorare”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News