Resta in contatto

Approfondimenti

Mondiali 2018: tutti gli ex rossoblù in Russia

Ai mondiali in Russia non ci sarà l’Italia e non andrà nessun giocatore del Cagliari. Tanti, invece, gli ex rossoblù.

-8 AL VIA. Giovedì 14 giugno. 17:00 ora italiana. Va in scena Russia-Arabia Saudita, opening match della Coppa del Mondo 2018. Un mondiale amaro per l’Italia, che per la seconda volta nella sua storia (l’ultima esattamente sessanta anni fa) non prenderà parte al torneo più prestigioso. E i tifosi rossoblù non possono nemmeno permettersi di fare il tifo per i propri beniamini: nessun giocatore della rosa del Cagliari andrà al mondiale. Possibile, tuttavia, virare sugli ex che hanno lasciato un po’ di simpatia. Una batteria, quella degli ex, un po’ più nutrita.

URUGUAY. Si parte dalla Celeste di Oscar Washington Tabárez: l’ex tecnico rossoblù nel ’94-’95 e nel ’99 è il ct dell’Uruguay, inserita nel Gruppo A con i padroni di casa, l’Arabia Saudita e l’Egitto. Tra i convocati ecco un altro ex Cagliari, l’interista Matias Vecino che passò in Sardegna sei mesi nel 2014 (9 gol e 2 assist), prima di gelare il sangue dei tifosi rossoblù nella stagione successiva, con un gol in maglia Empoli allo scadere, che regalò il pareggio ai suoi e spense il Sant’Elia e il tentativo, poi fallito, di rimanere in Serie A. Tanti gli “italiani” ed ex: Cavani, Stuani, Torreira, Muslera, Caceres, Bentancur, Cristian Rodriguez, Laxalt.

PORTOGALLO. I campioni d’Europa del Portogallo provano a ripetersi nella Coppa del Mondo. In rosa c’è anche Bruno Alves, 36 presenze e un gol – contro il Bologna – nella scorsa stagione in Sardegna, prima di approdare in Scozia per una stagione di luci e ombre con i Glasgow Rangers. Il ct Fernando Santos e la star Cristiano Ronaldo guidano i lusitani in un cammino che comincia dal Gruppo B con Spagna, Marocco e Iran. Tra le vecchie e attuali conoscenze del calcio italiano: Andrè Silva, Quaresma, Mario Rui, Joao Mario.

SVEZIA. Tra gli ex non può mancare l’indimenticato Albin Ekdal, che con la sua Svezia ha sancito l’esclusione dell’Italia dai mondiali in Russia, prima di retrocedere con l’Amburgo in Bundesliga (la prima volta nella storia del club tedesco). Proprio in Germania si trasferì dopo la retrocessione del 2015, in una stagione amara per i rossoblù ma che consacrò il talento svedese, che chiuse l’avventura in Sardegna con 116 presenze e otto gol. Germania, Messico e Corea del Sud gli avversari dei nordeuropei nel Gruppo F. Compagni “italiani”: Krafth, Granqvist, Guidetti (per origini), Hiljemark, Helander, Rodhen.

PANAMA. Chiude la rassegna una meteora rossoblù: Jaime Penedo. Il trentaseienne portiere panamense è titolare dei nordamericani dell’istmo dal 2003 e ha collezionato in nazionale 127 presenze. Zero, invece, quelle con la maglia del Cagliari, con Cellino che lo acquistò nel 2004 senza transfer internazionale, per poi lasciarlo andare all’Osasuna. Ora milita nella Dinamo Bucarest, con cui si è guadagnato la convocazione per i mondiali, conquistati soffrendo ai danni degli Usa. Avversari del Girone G saranno Belgio, Tunisia e Inghilterra.

ESCLUSI. Non farà parte della spedizione per Russia 2018 invece Radja Nainggolan, che ha annunciato poi l’addio alla nazionale belga dopo l’esclusione a opera del ct Roberto Martinez. Fuori anche Duje Cop dalla Croazia (nonostante l’inserimento tra i preconvocati) e Bartosz Salamon dalla Polonia, così come Victor Ibarbo dalla Colombia. Nessuna chance anche per i nazionali Miangue (ancora nel giro dell’under 21) e Ionita (la sua Moldavia non si è qualificata).

 

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti