Resta in contatto

News

Viareggio, Il Cagliari esce agli ottavi: il Sassuolo vince 1-0, rossoblù sfortunati

Al Martini di Castelfranco di Sotto finisce agli ottavi l’avventura dei rossoblù di Canzi

CAGLIARI: Daga, Kouadio, Antonini Lui, Cadili, Pitzalis (1’ st Sanna), Tetteh (1’ st Ladinetti), Colarietti (14’ st Marongiu), Caligara (29’ st Fini), Mastromarino (1’ st Lombardi), Gagliano (14’ st Camba), Doratiotto R.

A disp.: Cabras, Porru, Porcheddu. All.: Canzi

SASSUOLO: Satalino, Joseph, Celia, Chion (29’ st Ahmetaj), Ferrini, Farabegoli, Piscicelli, Franchini, Mota Carvalho, Viero, Raspadori.

A disp.: Montanari, Vlas, Denti, , Maffezzoli, Aurelio, Cappa, Amadio, Diaw, Piacentini, Kolaj. All.: Tufano

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona

RETI: 15’ pt Motta Carvalho

Il Cagliari manca la qualificazione ai quarti di finale della Viareggio Cup 2018. Al Martini di  Castelfranco di Sotto, il match valido per gli ottavi di finale lo vince 1-0 il Sassuolo campione in carica, dopo il titolo conseguito 12 mesi fa. Rossoblù altalenanti. Troppo rinunciatari nel primo tempo, a fare la gara nella ripresa. Ma il pareggio, che avrebbe portato le due squadre ai rigori, non è arrivato.

Eppure il Cagliari inizia bene la contesa. Punizione di Caligara (2’) Satalino non vuole correre rischi e manda in angolo. Dall’altra parte Daga invece al 5’ abbranca la sfera in presa alta, su conclusione emiliana di Raspadori.

SASSUOLO IN GOL E CAGLIARI IN DIFFICOLTA’. Dopo l’iniziale equilibrio, la squadra di Tufano va in vantaggio al quarto d’ora: angolo di Raspadori, la traiettoria del pallone inganna Daga, il quale purtroppo non trattiene. In agguato c’è Mota Carvalho, che insacca.

L’undici rossoblù sembra accusare il colpo, ma si propone verso la porta avversaria al 21’ con Caligara che suggerisce la sfera per Doratiotto R., che però si trova la strada sbarrata dall’uscita del portiere dei neroverdi.

Cadili e compagni sono in difficoltà, soprattutto sulla fascia destra. Al 23’ Mota Carvalho serve Raspadori, tiro a botta sicura dall’altezza del dischetto, ma Daga è attentissimo: grande parata e 2-0 di fatto evitato.

Il Sassuolo protesta vibratamente con il direttore di gara al 32’per un contatto Tetteh-Ghion in area di rigore: nulla di fatto, spallata giudicata non influente, ma solo un momento del gioco.

Prosegue il monologo degli emiliani, che al 37’sfiorano ancora il raddoppio. Piscicelli scarica per Raspadori, che fa partire un destro di prima intenzione, deviato in angolo da Antonini Lui, assolutamente provvidenziale.
Poco dopo (43’) il difensore rossoblù legge male una palla e buca l’intervento su un lancio dalle retrovie di Viero, Mota Carvalho si fionda sul pallone e cerca di battere Daga con un pallonetto ma spedisce la sfera a lato.

Prima del riposo il Cagliari si riaffaccia verso la porta neroverde al 46: velo di Doratiotto R. su imbeccata di Tetteh, per Gagliano, bravo a lasciare sul posto Ferrini e calcia col destro: Satalino respinge con affanno. Rossoblù vicinissimi al pareggio, in una delle rare occasione della prima frazione.

Mentre Tufano conferma l’undici di partenza a inizio secondo tempo, Canzi effettua tre dei sei cambi a diposizione: fuori Pitzalis, Tetteh e Mastromarino, dentro Sanna, Ladinetti e Lombardi. In campo sembra esserci un altro Cagliari.

Al 3’ infatti Gagliano calcia da posizione defilata, Satalino devia angolo, evitando l’1-1.

NON BASTA UNOTTIMA RIPRESA PER PAREGGIARE. Al 15’ Camba e Marongiu prendono il posto di Gagliano e Colarietti. Rossoblù ancora più offensivi adesso alla ricerca del pareggio.

Botta e risposta tra le due squadre tra il 13’ e il 16’. Il Sassuolo si propone con Mota Carvalho, bravo ad approfittare di un palla persa da Cadili, Daga è bravo a bloccare la conclusione distendendosi sulla destra.

Dall’altra parte bel destro dalla distanza di Lombardi, palla che rimbalza davanti a Satalino il quale è attento e non si fa sorprendere.

Canzi inserisce Fini al posto di Caligara (29’) e si gioca la carta delle tre punte per cercare il pareggio. Nello stesso minuto primo cambio per gli emiliani: fuori Chion, dentro Ahmetaj.

Dopo una conclusione di Ladinetti alla mezz’ora, che manda di poco fuori, al 32’ Camba sfiora il pareggio, con un colpo di testa su spiovente di Kouadio. Decisiva la parata di Satalino, il quale si tuffa e respinge la conclusione che sembrava indirizzata in rete.

Daga non corre particolari pericoli al 34’ sul destro di Mota Carvalho. Col Cagliari sbilanciato in avanti alla ricerca di un pareggio che sarebbe meritato, la squadra di Tufano trova larghi varchi per le ripartenze. In una di queste (40’) arriva il destro insidioso di Kolaj dal vertice sinistro dell’area: palla alta sopra la traversa.

E’ però indubbio che il protagonista di questa ripresa sia Satalino con i suoi interventi. Al 44’ il portiere del Sassuolo smanaccia la palla, evitando che si infili alle sue spalle, calciata da Lombardi, direttamente da angolo.

Quindi al 46’ è Ladinetti a non inquadrare lo specchio della porta. Di fatto è questa l’ultima occasione del match. Cagliari eliminato e Sassuolo ai quarti.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Lasciamo Agostini nel campionato primavera per accumulare ulteriore esperienza. ..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News