Resta in contatto

News

Cragno-Rafael, in due in una porta

Alessio Cragno, 23 anni, 184 cm di altezza, 78 kg. Rafael de Andrade Bittencourt, 35 anni, 187 cm, 80 kg di peso.

Cragno o Rafael. Anche se poi non fa tanta differenza. Quando sono scesi in campo, che fossero in forma o meno, lo hanno fatto sempre con ottimi risultati. Perché in questa stagione i due portieri del Cagliari, come analizza L’Unione Sarda,pur alternandosi tra le varie partite e a volta pure a gara in corso, non hanno mai fatto mancare il proprio apporto decisivo alla causa rossoblù.

Cragno è il titolare, come più volte ribadito da López. Per età, prospettiva e forse anche talento. Ma Rafael è molto più di un dodicesimo. Si è guadagnato la fiducia della società nella seconda parte della scorsa stagione, dopo l’addio di Storari e la scoperta di aver mal riposto la fiducia in Gabriel.

Ma forse il segreto è proprio questo. Nessun dualismo. Rispetto per i ruoli. E la consapevolezza che, se il fisico non regge, è giusto che giochi l’altro. Tre volte si sono scambiati i guanti a partita in corso: contro Genoa e Crotone, l’ultima, l’ex Benevento ha ceduto il posto al brasiliano. Che viceversa aveva dato forfait nel riscaldamento pre-Sampdoria. Cragno non stava al meglio, ma era risultato comunque tra i migliori in campo.

Allo Scida, domenica scorsa, Rafael appena entrato ha messo in scena una parata spettacolare su una botta dalla distanza di Nalini, ripetendosi poi su Martella e Ricci. Meglio non poteva festeggiare le cento presenze in A.

E contro la Spal? Chi giocherà? La sensazione è che Cragno possa recuperare. Non dovesse riuscirci sarà pronto Rafael, come sempre. L’importante è blindare la porta rossoblù.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News