Resta in contatto

News

López: “Dentro Rafael e Dessena”

Alla vigilia del match tra Cagliari e Sampdoria i rossoblù si presentano carichi dopo il buon pareggio in trasferta contro il Bologna. Pur delusi per il gol subito a dieci minuti dalla fine, gli uomini di López hanno dimostrato ancora una volta di potersela giocare a viso aperto con tutti. La Sampdoria è una delle rivelazioni del campionato, ma è certo che i rossoblù faranno di tutto per far bella figura alla Sardegna Arena. Segui in diretta le parole dell’allenatore del Cagliari, nella conferenza stampa della vigilia ad Asseminello:

“La Sampdoria ha qualità e fisicità. Viene da risultati non buoni, vorrà rifarsi. Dovremo stare molto attenti, ma come dico sempre bisogna guardare prima in casa nostra. Perchè no, anche attraverso il gioco. Situazione portieri? Rafael sta bene e giocherà, ci saranno anche Cragno e Daga. Gli altri due nomi titolari? Dessena e Pavoletti. Dessena mi può dare maggior tasso fisico in mediana, la scelta é fatta in questa direzione. Deiola da mezzala lo sto vedendo molto bene, mi piace e mi ha messo in difficoltà. Con Giampaolo abbiamo un buon rapporto. Lo reputo tra i migliori allenatori in Italia, per me è un punto di riferimento”.

“Vogliamo continuare a crescere, lavorando sui dettagli: si tratta di aspetti che portano a miglioramenti. In Coppa abbiamo commesso degli errori da non ripetere, ma con il Bologna ci siamo poi rimessi in carreggiata. Nel secondo tempo avremmo dovuto giocare maggiormente la palla, é necessario ragionare di più anche per far respirare la nostra difesa. Dobbiamo essere più cinici sia nell’ultimo passaggio che sotto porta. Arriveremo ad una crescita anche da questo punto di vista”.

“Non temiamo nessuno, sarà una battaglia anche domani. La Sampdoria la temo nel complesso come in alcune individualità. Si preannuncia una gara dura per tutte e due le squadre, con la consapevolezza da parte nostra che possiamo battere l’avversario. Sau? Sta migliorando la sua condizione. Oggi ha completato l’allenamento senza problemi. João Pedro, anche quando non l’ho utilizzato, si è rivelato un elemento ugualmente importante. Sta migliorando anche sotto l’aspetto fisico. Pisacane mi è piaciuto molto per l’approccio alla gara di Bologna, perchè chiamato in causa all’ultimo momento. La Sampdoria verticalizza tanto: puntiamo sulla pressione”.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News