Resta in contatto

Approfondimenti

Gerry Hitchens, il rossoblù che stese il Diavolo in casa sua

Milan – Cagliari è sempre stata una partita stregata per i sardi. Qualche volta però la maledizione si è interrotta e i rossoblù sono riusciti a sconfiggere il “diavolo” in casa sua. A compiere l’impresa per la prima volta è stato un inglese, una meteora nell’isola, stiamo parlando del bomber Gerry Hitchens.

Nato l’8 ottobre 1934 a Rawnsley nello Staffordshire, Gerry compie i primi passi da calciatore in Inghilterra nelle fila dell’Highley Miners Welfare, squadra con cui conquista una finale nella coppa locale della sua Contea nel 1953. La finale si gioca nell’Aggborough Stadium, casa del Kidderminster Harriers, dove uno dei dirigenti del club che assiste alla partita gli offre un contratto irrinunciabile.

Da qui parte una carriera di tutto rispetto che dopo il Kidderminster lo porta prima con le maglie di Cardiff e Aston Villa in patria tra il ’55 e il ‘61, poi a vestire i colori dell’Inter dopo aver attirato l’attenzione degli osservatori italiani in una partita tra gli azzurri e l’Inghilterra. Finisce 3 – 2 per Hitchens e compagni, con doppietta del centravanti del Villa che poco tempo dopo fa le valigie proprio per l’Italia. Arriva in Serie A con la fama del grande bomber roccioso e poco tecnico, confermando tutte le premesse e risultando il miglior marcatore dei neroazzurri alla prima stagione. Nel 1962 è il primo inglese proveniente da un campionato estero a rappresentare la sua nazione ai Mondiali.

Soprannominato “il Cannone”, Hitchens diventa molto popolare in tutta la penisola ma l’Inghilterra inizia a dimenticarlo. Dopo il 1962 non veste più la maglia della sua nazionale ma continua a dispensare gol prima al Torino poi all’Atalanta. Arriva al Cagliari da vice Riva ormai 33enne e segna appena 4 gol in 19 presenze.

Uno di questi gol rossoblù però entra nella storia: il 3 marzo 1968 è lui a firmare la prima storica vittoria del Cagliari a San Siro contro il Milan. Sarà l’unica vittoria dei sardi in casa rossonera fino al 1976, la prima delle sole tre vittorie. Il Cagliari infatti non batte in trasferta il “diavolo” dal 1997.

Gerry Hitchens muore nel 1983 a 48 anni per un infarto durante una partita di beneficenza. Nonostante la parentesi cagliaritana sia stata fugace è stato comunque capace di lasciare un buon motivo per essere ricordato con piacere anche dai tifosi sardi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti