cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie C Girone B. Olbia, il cuore non basta: il Cesena è superiore e vince 1-0 al Nespoli

I romagnoli creano di più di bianchi, i quali però non hanno mai mollato fino alla fine sperando in quel pareggio, che non è arrivato

Applausi all’Olbia, ma i tre punti vanno al Cesena ipostosi 1-0 al Nespoli. Una vittoria, che però ha evidenziato i progressi dei galluresi in questa parte del campionato.

IL MATCH. Formazioni speculari, con Occhiuzzi e Toscano, che si affidano al 4-3-1-2. I romagnoli, seguiti allo stadio da 162 tifosi, vanno subito in attacco dalle parti di Gelmi, colpendo il palo al 3’ con Adamo. I galluresi rispondono con due occasioni da rete con Biancu, prima al 5’, poi due minuti dopo. Nulla da fare (13’) neanche per Minala e Boganini, i cui tiri vengono entrambi murati dalla difesa ospite, che va in vantaggio al 19’ sul rasoterra di Adamo per Hraiech, il quale non sbaglia. Ferrante (26’) protesta vivacemente per un contatto subito in area, ma l’arbitro Giordano di Novara non ritiene esserci stata irregolarità. Dopo il gol giocano meglio gli ospiti, ma Biancu sfiora il palo al 35’. Prima dell’intervallo (45’) De Rose ad un passo dal raddoppio.

Che non arriva al 2’ della ripresa per la grande opposizione con la mano di Gelmi, sul tiro a botta sicura di Shpendi. Al 10’ Sueva tocca quel tanto che basta il pallone, per evitare il 2-0 di Adamo. Tozzo, 7’, nega il pari su punizione a Mordini, quindi è Brignani dall’altra parte al 27’, ed evitare una nuova capitolazione, sul tiro di Corazza. A 10’ dalla fine ancora Gelmi protagonista nel dire a Shpendi, il quale un minuto dopo si vede annullato il gol per fuorigioco. In pieno recupero chance romagnole non concretizzate da De Rose al 46’ e da Corazza al 48’ e al 52′. Finisce 1-0 per gli ospiti. Olbia ancora all’asciutto e classifica che non aiuta di certo.

LE PAROLE DI OCCHIUZZI. “Abbiamo giocato a viso aperto contro una delle squadre più forti del campionato e la prestazione è stata buona, specie nel primo tempo quando in almeno tre circostanze siamo entrati in area. Il Cesena ci ha punito alla prima occasione, nella ripresa abbiamo concesso un solo tiro, tolti i minuti finali quando abbiamo ci siamo spinti in avanti con più uomini. Abbiamo giocato con Ragatzu e Boganini e l’obiettivo, considerate le loro caratteristiche, era cercare di puntare sul fraseggio e sulla manovra per allargare il gioco e fare in modo che mezzali ed esterni entrassero in area. Ci siamo riusciti in alcune circostanze, ma non siamo stati cinici nel finalizzare. La classifica? La situazione non ci fa stare tranquilli. Stiamo raccogliendo meno di quello che meriteremmo e il filo è sempre molto sottile.


Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I bianchi pareggiano 2-2 ma non basta. I sassaresi chiudono 1-1 con la capolista Cesena....
In casa del Pontedera dell’ex Max Canzi vittoria obbligata per i galluresi aspettando i risultati...
Al Nespoli bianchi in dieci dal 22 per l’espulsione di Montebugnoli. La rete su rigore...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Casteddu