Resta in contatto

News

Serie A. l’Atalanta batte 4-2 il Napoli facendo suo lo scontro diretto in chiave Champions League

La sfida tra due squadre che in settimana impegnate nelle coppe europee decisa nella ripresa dal poker dei bergamaschi

L’Atalanta fa suo il terzultimo posticipo del ventitreesimo turno della massima serie. Lo fa imponendosi su un volenteroso Napoli (alle prese con varie assenze) per 4-2, mettendo in scena un’ottima condizione fisica in tutti i suoi uomini a pochi giorni dalla difficile gara di Champions con il Real Madrid.

SCONTRO DIRETTO CHAMPIONS. Nel primo tempo qualche occasione ma niente gol al Gewiss Stadium. Meglio la squadra di Gattuso che poi subisce l’aggressività dei bergamaschi, trascinati in particolare dall’ottima gara giocata da Pessina, che a metà della prima frazione chiede a gran voce un rigore. Episodio che porta all’espulsione di Gasperini per proteste al 26’. Nove minuti dopo, dall’altra parte, Gollini nega la rete a Osimhen. A sbloccare la sfida ci pensa nel secondo tempo (7’) l’ex Zapata, che sul cross di Muriel, insacca di testa. Sotto di un gol subito in campo Insigne per alzare linee e baricentro alla ricerca del pareggio.

Mossa che regala il pareggio momentaneo al 13’: bell’assist di Politano per Zielinski che con un destro perfetto non sbaglia. Equilibrio nel punteggio che dura 6’ il tempo del secondo allungo orobico autore Gosens praticamente a porta quasi vuota, sul taglio di Zapata, nel miglior momento ospite. Botta pesante per i partenopei (anche stasera con tanti assenti) che subiscono il 3-1 da Muriel, bravo far fuori prima Rrahmani e poi fulminare l’incolpevole Meret al 26’ con tiro col sinistro sotto la traversa. Ma non è finita: Il Napoli accorcia ancora, siglando, 31’, complice lo sfortunato autogol di Mahele. Al 34’ il 4-2 di Romero che segna dopo la spizzata di Djmisiti.  Poco prima grande intervento di Meret (32’) su Gosens, a legittimare la superiorità dei nerazzurri. Nel finale infortunio per Osimhen, uscito dal campo con l’ossigeno dopo aver battuto la testa in modo pesante sul terreno di gioco, perdendo i sensi. Il giocatore è stato portato in ospedale per accertamenti.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
GP20
GP20
8 giorni fa

Ecco cosa accade attualmente a una squadra (che aveva appena piegato la Juventus) che affronta l Atalanta un po più a viso aperto…
4 papine.
Che EDF l’avesse preparata male o che non si siano impegnati è stato un giudizio impietoso.
Mentre non era giustificabile un simile atteggiamento col Toro.
Comunque col Napoli il Cagliari deve giocarsela.

Mario
Mario
8 giorni fa

Cari amici tifosi ecco cosa intendevo quando facevo riferimento alle ambizioni di una società e di un presidente. Spiacente ribadirlo. Purtroppo le ambizioni del cagliari erano e restano solo fumo negli occhi.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News