Resta in contatto

News

Di Francesco: “Bene chi ha giocato meno. Continuiamo su questa strada”

Queste le parole del tecnico rossoblù a margine della gara di Coppa Italia vinta contro la Cremonese

Eusebio Di Francesco è soddisfatto della prestazione, ma soprattutto della vittoria dei suoi ragazzi. Vincere aiuta a vincere, questo è il suo mantra:

LA GARA. “La squadra mi è piaciuta nel primo tempo, abbiamo sviluppato una buona manovra e creato qualche situazione pericolosa, rischiando pochissimo. Nei primi dieci-quindici minuti della ripresa abbiamo sofferto la pressione degli avversari, il fatto che sia accaduto quando ci siamo abbassati conferma che la squadra deve essere brava a restare alta e aggressiva. Dobbiamo crescere in continuità ed equilibrio”.

I MENO UTILIZZATI. “Un calo fisico era prevedibile: diversi elementi, specie nel reparto arretrato come Pisacane e Tripaldelli, non giocavano da tempo, oggi hanno messo un po’ di minutaggio nelle gambe; alcuni, come Oliva, venivano anche da degli infortuni, questo darà maggiore condizione per il proseguo della stagione. Ounas sta crescendo, ha mostrato ottime giocate, può sia sfornare assist che andare direttamente alla conclusione. Pavoletti aveva bisogno di giocare, mi piace il suo modo di allenarsi, normale che debba ritrovare la miglior condizione attraverso anche queste partite; Tramoni ha avuto una buona occasione per segnare, non ci è riuscito, poteva essere più incisivo ma è un ragazzo di qualità. Caligara ha tenuto per 90’ dimostrando di essersi sempre allenato con continuità e disponibilità”.

FARAGO’. “La prova di oggi di Guglielmo è la dimostrazione che il lavoro paga; si è sempre allenato benissimo, da portiere che vuole farsi trovare pronto alla chiamata; Faragò è stato continuo in tutto ciò che ha fatto, può essere determinante quando parte da dietro, deve migliorare negli ultimi trenta metri, ma è presente, vivo, disponibile, il classico giocatore che ciascun allenatore vuole avere perché sa esprimersi in diversi ruoli”.

LAVORARE, LAVORARE, LAVORARE. “Cerco di dare continuità al sistema di gioco. Non ha senso cambiare tanto, anche perché i ragazzi che hanno giocato poco si allenano con questo modulo e dobbiamo dare certezze in entrambe le fasi; naturalmente dobbiamo continuare a lavorare e migliorare in tanti aspetti, ma proseguiamo su questa strada”.

Fonte: Sito ufficiale Cagliari Calcio

27 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pavoletti, voglia di restare. Meglio lui di Lapadula e altri?

Ultimo commento: "Pavoletti se non succedono altri terremoti in casa Cagliari... Ci riporterà in serie a e segnerà 18-20 gol"

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "E aperto anche il master per come gestire una società di calcio il caso di studio che verrà analizzato è il cagliari calcio affrettatevi i posti..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Fidatevi di Capozucca..... è una che vede lontano!!!!"

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News