Resta in contatto

News

Cairo: “Questa emergenza ci ha compattato, anche se ancora qualcuno fa il furbo”

Parla il presidente del Torino, che spiega come la delicata situazione che sta attraversando il Paese abbia unito (quasi) tutti

Non è certo il momento dei personalismi. Questa battaglia si vince tutti insieme, e tutti devono fare la propria parte. Possono essere riassunte in questa sintesi le parole del presidente del Torino, Urbano Cairo, rilasciate oggi a La Stampa.

“Nell’assemblea di Lega del 10 marzo c’era ancora chi parlava di allenarsi e di tornare a giocare, è logico che si sia perso tempo”, spiega Cairo, “quei discorsi,a risentirli ora, sembrano lunari. Io lo dissi subito, ‘se non prendiamo decisioni drastiche, anche spostare i tifosi contribuirà ad aumentare esponenzialmente i contagiati’. Questa emergenza ci ha compattato, c’è più unità di prima. Molti falchi sono diventate colombe anche se è rimasto qualcuno che vuole fare il fenomeno, che rompe il fronte per avere vantaggi. Furbizie, atteggiamenti di piccolo cabotaggio. Non è il momento. Se mi riferisco a De Laurentiis e Lotito? Chiedetelo a loro. Solo, mi sembra una follia sostenere una tesi sulla base dei dati del contagio. Dire ‘la mia regione non ha problemi’ con una situazione così in evoluzione è una frase infelice. Poi esplode il virus a Fondi e allora… le altre società non la pensano così. Perché lo fanno? Immagino per interessi sportivi, forse per avvantaggiarsi nella preparazione“. Finire il campionato? Inutile avventurarsi in previsioni, davanti a una pandemia non possiamo che navigare a vista. Tagli degli stipendi? Sarà inevitabile. Siamo di fronte a un problema di sistema che rischia di implodere senza degli accorgimenti importanti. Credo che i calciatori siano i primi a non volerlo, sono ragazzi che hanno testa. Qui bisogna limitare i danni, poi si penserà alla ricostruzione economica”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Giovanni A
Giovanni A
2 mesi fa

Ma se ad uno che guadagna 10 milioni all’anno gli decurtati la metà dello stipendio, guadagnerà sempre tanto.
Ma stiamo anche a parlare degli stipendi di questi ??.
Lasciamo perdere per decenza

Carlo Bosco
Carlo Bosco
2 mesi fa
Reply to  Giovanni A

👍👍👍👍👍 E’ vergognoso, ma di cosa stiamo parlando? Miliardari!!!!!! Ma non bisogna neanche chiederlo, e chi deve stare ( giustamente) a casa e guadagna ( come l’ 80% della gente comune) 1000/1200euro, cosa dovrebbe dire? Toglieteli l80% dello stipendi non il 30%

. Scusate,, ma uno che guadagna 1.500.000, cioe’ un milione e cinquecento mila euro all’anno, cioè più o meno 170.000 ( centosettantamilaeuro al mese, anche se per qualche mese ne prendesse anche “solo” 30. 000€,dov’e’ il pro

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grande Pepe..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News