Resta in contatto

News

Europa League, Milan beffato a San Siro dal Betis (1-2)

Nella terza giornata della fase a gironi di Europa League, i rossoneri sono stati sconfitti in casa dai biancoverdi di Siviglia: non basta il gol nel finale di Cutrone

SECONDO STOP DI FILA. Il Milan di Gennaro Gattuso cade tra le mura amiche in Europa League, per la seconda volta consecutiva. Stavolta il giustiziere è stato il Betis Siviglia, vincitore per 2-1, che ha così scavalcato proprio i rossoneri in testa al girone. Alla mezz’ora, ospiti in vantaggio con Sanabria, lesto a sfruttare una brutta giocata di Romagnoli. Nella ripresa il Milan non si sveglia, subendo il raddoppio dall’argentino Lo Celso: un bellissimo mancino letale per Reina. Ininfluente il gol della bandiera realizzato da Cutrone all’83°, su assist di Castillejo che poi si fa espellere al 94°, per una brutta entrata da tergo su Lo Celso.

TABELLINO.

Milan-Betis Siviglia 1-2
Milan (4-3-3): Reina; Calabria, Zapata, Romagnoli, Laxalt; Bakayoko (45° Cutrone), Biglia (80° Bertolacci), Bonaventura; Castillejo, Higuain, Borini (45° Suso) (In panchina: Donnarumma, Mauri, Caldara, Rodriguez). Allenatore: Gennaro Gattuso.
Betis Siviglia (3-5-2): Pau Lopez; Mandi, Bartra, Sidnei; Barragan, Canales, William Carvalho (92° Feddal), Lo Celso, Firpo; Sergio Leon (67° Tello), Sanabria (79° Moron) (In panchina: Robles, Inui, Boudebouz, Kaptoum). Allenatore: Quique Setién.
Arbitro: Nijhuis (Olanda).
Reti: 29° Sanabria, 54° Lo Celso, 83° Cutrone.
Note: ammoniti Romagnoli (31°), Higuain (46°), Canales (47°), Lo Celso(80°), Pau Lopez (86°); espulso Castillejo (94°).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News