Resta in contatto

Approfondimenti

Colombatto: il Cagliari crede davvero in lui?

Un triennio leggermente colorato di rosso e blu solo nella prima stagione. Poi, si sono perse le tracce dell’argentino all’interno del progetto tecnico del Cagliari

RASTELLI. Santiago Colombatto, centrocampista argentino classe 1997, è arrivato a Cagliari nel 2015. aggregato inizialmente alla squadra Primavera, ha in breve raggiunto la prima squadra all’epoca allenata da Massimo Rastelli. Durante la stagione in cadetteria, il tecnico lo ha buttato nella mischia in un momento della stagione segnato da tanti infortuni. Il giovane non ha demeritato, facendosi notare per personalità e carattere (oltre che per i cartellini gialli…). Poi il prestito al Pisa e il successivo trasferimento al Trapani (30 presenze nella Serie B 2016-17). Il ritorno alla base per essere valutato in ritiro l’estate scorsa, e un altro prestito al Perugia (34 match con una rete) nonostante fosse l’unica alternativa in rosa a Cigarini.

DUBBI. A questo punto, il futuro di Colombatto a Cagliari è di nuovo in bilico. Nel precampionato ha recitato il ruolo di “ombra” di Cigarini in cabina di regia: tuttavia, l’arrivo di Bradaric spazza entrambi lontano dall’undici titolare. E così, sembra che sia proprio l’argentino a dover rifare le valigie. Senza aver mai avuto la possibilità di misurarsi in massima serie. Sorge spontaneo il quesito: perché il Cagliari continua a mantenere il cartellino di un giocatore in cui non crede? Forse per la taglia fisica, ritenuta inadatta alla Serie A. Oppure si tratta del bagaglio tecnico/caratteriale. Sembra ormai scontato che, da qui alla fine del calciomercato estivo, l’ex promessa del River Plate ritorni tra i cadetti. Colombatto-Cagliari: un rapporto davvero indecifrabile.

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Oracololinooracolobellodimmiqualcosapercarosello"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Capozzucca uno dei principali responsabili della disfatta che ci costa la A, se ne deve andare subito, abbia la decenza di togliersi dalle palline. ..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "e allora se voleva retrocedere continuiamo a difendere questo incapace e vediamo dove andiamo a finire!"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti