Resta in contatto

Russia 2018

Mondiale. Kane regala il 2-1 all’Inghilterra sulla Tunisia al 91’

Alla Volgograd Arena ci vuole una prodezza seppur fortunosa dell’uomo di riferimento della nazionale di Southgate per piegare i nordafricani

C’è voluto un colpo di testa insaccatosi in modo fortunoso da parte di Kane (autore di una doppietta) il leader dell’Inghilterra per battere una Tunisia che ha retto fino al primo minuto di recupero. Onore ai nordafricani di Maalooul, che hanno giocato una bella gara nonostante il netto divario che il campo ha evidenziato, ma successo inglese assolutamente meritato per quanto si è visto in 94’.

KANE IN RETE DOPO 11’. Britannici all’assalto dei nordafricani alla ricerca del gol in avvio per mettere subito la gara dalla sua parte. Dopo due chance avute e non sfruttate al 3’ (salvataggio di Ben Youssef su Alli) e al 5’con la strepitosa parata col piede di  Hassen su Lingard, a dopo 11 arriva il vantaggio siglato da Harry Kane, che mette dentro praticamente a porta sguarnita sugli sviluppi di un angolo battuto da Young. In occasione della rete rimediata si fa male il portiere Hassen, costretto tra le lacrime ha lasciare il posto al compagno di squadra Ben Mustapha.

Che subito timbra il cartellino al 17’, quando neutralizza il tiro centrale scagliato da  Henderson. Dieci minuti dopo buona opportunità per gli africani, che innescano una ripartenza  sull’errore di Maguire, ma Sassi si fa deviare il suo destro in angolo. Nonostante il vantaggio è l’Inghilterra (come prevedibile) a fare la partita, cercando il 2-0  senza esito al 31’ col colpo di testa di Maguire verso il primo palo, con bell’intervento dell’estremo difensore tunisino.

PAREGGIO SU RIGORE. Colpo di scena alla Volvograd Arena. La Tunisia perviene al pareggio al 35’, con il penalty perfetto calciato col destro potente da Sassi, toccato da Pickford, che si insacca alla sua destra, concesso  per ingenuità commessa da Walker, il quale atterra Fakhreddine Ben Youssef allargando ingenuamente il braccio sulla faccia dell’avversario. Decisione giusta da parte dell’arbitro Roldan, supportato nella sua decisione dal VAR.

Il pareggio non sta ovviamente bene all’undici di Southgate, che si riversa in avanti e quasi lo trova al 39’ col colpo di testa Alli, che non si insacca solo per il salvataggio all’ultimo istante Syam Ben Youssef con palla che arriva a Stones, che spreca malissimo da due passi.  Nulla da fare neanche al 43’ per Lindgard, il cui destro trova una deviazione in angolo di Meriah.

Avvio di ripresa con una Tunisia più propositiva ma troppo fallosa e lasciata fare dal permissivo direttore di gara. Al 12’ altra opportunità sciupata dagli inglesi con Henderson che mette un bel pallone in area, dove però non c’è nessuno dei suoi compagni do squadra. ma dall’altra parte non c’è nessuno pronto a raccogliere. Comunque col passare dei minuti si assiste ad una sfida equilibrata che l’Inghilterra potrebbe portare dalla sua parte con un episodio. Al 24’ punizione col destro, palla che Ben Moustapha fa sfilare senza eccessivi patemi.

Molto bene il portiere nordafricano al 39’, che esce in modo perfetto per anticipare Stones pronto a colpire a rete.

RISOLVE KANE IN PIENO RECUPERO. Alla fine, in modo fortunoso al 1’ di recupero, la squadra inglese segna il meritatissimo 2-1 con l’attaccante che insacca di testa sugli sviluppi di un angolo, concesso ingenuamente dalla Tunisia, con tanto di deviazione con la spalla di Syam Ben Youssef.

Gruppo G che tornerà in campo per la seconda giornata nel fine settimana. Domenica con l’Inghilterra che se la vedrà alle 14 italiane contro Panama, mentre la Tunisia sarà in campo il sabato alla stessa ora contro il Belgio, oggi mattatore 3-0 su Panama, con gara risolta nel secondo tempo dopo una sorprendente prima frazione, chiusasi 0-0.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018