cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie B: Frosinone di Vigorito e Ariaudo in pole per la A diretta

Come in Serie A anche nel campionato cadetto mancano centottanta minuti più recupero alla fine del campionato. Lotta aperta con quattro squadre in due punti

Frosinone, Palermo, Venezia e Parma. Sono queste le quattro squadre, racchiuse in appena due punti, che si giocano la promozione diretta in Serie A. Chi la spunterà, farà compagnia all’Empoli riapprodato dopo una sola stagione nella cadetteria nella massima serie.

TUTTO RIMESCOLATO DAL KO DEL PARMA. La sconfitta dei ducali per 2-1, nel posticipo in casa del Cesena giocato domenica scorsa, ha regalato una ghiotta chance al Frosinone. Moreno Longo (sei mesi al Cagliari nella stagione 2003/2004 da giocatore) che può contare sull’ottimo apporto degli ex rossoblù Vigorito, Ariaudio e Krajnc, grazie ai sei punti nelle ultime due partite ottenuti contro Brescia in trasferta all’ultimo istante e Carpi allo Stirpe, è certamente in pole position.

Anche perché i laziali (forti attualmente dei loro 68 punti in classifica) hanno attraversato un momento difficile e ora appaiono i più in forma del torneo, al pari proprio del Parma di D’Aversa, che sta facendo a meno di un Munari infortunato. L’ex centrocampista del Cagliari è tra i migliori della stagione. Ovviamente portando via tre punti dalla trasferta in casa di una Virtus Entella in piena lotta per evitare la retrocessione diretta e l’ultima partita casalinga contro un Foggia fuori dai giochi, la piazza d’onore è dei laziali.

In un passo falso dei gialloblù sperano le altre tre Palermo, Venezia e Parma, con i siciliani a -1 dal Frosinone e veneti e emiliani a -2. I rosanero, che hanno cambiato da poco tecnico (Stellone e subentrato all’esonerato Tedino) rispetto ai gialloblù hanno un calendario sulla carta più agevole, dovendo affrontare

Cesena in casa e Salernitana entrambe salve matematicamente e senza grosse ambizioni in questo finale di stagione. Ma occorre massima attenzione, perché le gare definite facili, possono nascondere varie insidie.

Ne sa qualcosa proprio l’Empoli che adesso festeggia, ma che dodici mesi fa retrocesse in B, perdendo 2-1 in casa di un Palermo già retrocesso. Sogno Serie A, dopo l’incubo delle pazzesche gestioni Ghirardi e Manenti, per il Parma. Che, tornando nella massima serie sarebbe alla terza promozione consecutiva tra Serie D, Serie C e appunto Serie B.

Col ko di Cesena, il Parma non ha però più in mano il proprio destino, essendo ora a -2  dal Frosinone, ma con lo scontro diretto a favore. In caso di arrivo a pari punti, ma soprattutto di un rocambolesco arrivo a quattro squadre a pari punti, infatti, ad andare in Serie A sarebbero proprio i ducali che all’ultima giornata faranno visita ad uno Spezia già salvo e fuori dalla lotta play-off. Ma prima c’è da superare l’ostacolo Bari. La squadra di Grosso è certamente la sorpresa negativa del campionato. Farà gli spareggi, ma l’obiettivo era cercare la Serie A diretta.

L’EFFETTO SORPRESA. Difficile ma non impossibile. Il Venezia è certamente la squadra più tranquilla del lotto. Come il Parma è stata promossa dalla C al termine della scorsa stagione. Ma, a differenza del Parma che ha programmato la promozione, Tacopina ha dato più respiro a Filippo Inzaghi e alla sua squadra. Rispetto alle altre contendenti, in casa lagunare c’è un vantaggio non da poco: entusiasmo, zero pressioni e (cosa non certo secondaria) un ottimo momento di forma. Oltre al fatto di essere partiti per salvarsi e trovarsi a lottare per un qualcosa di grande, come ai tempi della gestione Zamparini.

Miglior difesa della categoria, segno di una solidità difensiva, unita ad un ottimo collettivo. Il Venezia domani è atteso dall’insidiosa trasferta in casa di una Cremonese tutt’altro che al sicuro anche dalla retrocessione diretta dopo un avvio importante e una caduta che ha portato al cambio in panchina con Mandorlini che ha sostituito l’esonerato Tesser, mentre nell’ultimo turno ospiterà il Pescara di Balzano.

Probabilmente il Venezia non chiuderà secondo alle spalle dell’Empoli. Ma, sul fatto che sia la favorita dei play-off (nonostante la presenza di squadre insidiose) non c’è dubbio.

 

 

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Udinese, poi Napoli, e dopo di nuovo due finali contro Empoli e Salernitana: il treno...
La corsa salvezza promette di essere scoppiettante fino all'ultima giornata con tante squadre coinvolte...
Con una semplice frase il mister ha fatto capire cosa c'è dietro la crescita mentale...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu