Resta in contatto

Approfondimenti

Salvezza. In sei per evitare un posto che porta in B: Cagliari vicino al traguardo

A parte Benevento e probabilmente Hellas Verona, dal Crotone al Sassuolo sei squadre cercano di evitare l’ultimo posto che significa retrocessione in Serie B

Con il Benevento a meno 15 dalla quartultima, che attende solo la certezza aritmetica per salutare la Serie A e l’ Hellas Verona a -4, ma in grave difficoltà, la lotta salvezza per evitare di retrocedere nel campionato cadetto riguarda sei squadre: Sassuolo, Udinese, Cagliari, Chievo Verona, Spal e Crotone. La nostra disamina parte dal fondo:

BENEVENTO E HELLAS VERONA. Nelle ultime cinque giornate la squadra di De Zerbi, attestata a quota 14 punti in classifica, punta a fare bella figura e arrivare a 20, incontrando Milan, Udinese, Spal, Genoa e Chievo Verona, con i rossoneri in lotta per un posto in Europa League (come appena citato), emiliani e veneti di Maran che non sono certe della salvezza.

Per il resto lotta apertissima dai 25 punti dell’Hellas Verona ai 34 del Sassuolo, che con la vittoria proprio ai danni del gialloblù hanno ridimensionato non poco le speranze salvezza degli uomini di Pecchia, attesi domenica a Marassi da un Genoa tranquillo.

L’Hellas avrà quattro partite abbastanza difficili: due eventuali scontri diretti con Spal e Udinese, altri due con Milan e Juventus che si giocano Europa League e scudetto. Davanti all’Hellas c’è un Crotone rivitalizzato dal pareggio clamoroso contro la capolista.  La squadra di Zenga domenica si gioca una carta importante alla Dacia Arena contro una Udinese, ferma da dieci gare a quota 33 punti e passata da una salvezza che pareva conquistata con la gestione Oddo, ad una posizione di classifica difficile.

Sassuolo e Chievo altre due chance fondamentali per conquistare l’intera posta in palio, visto che sulla carta appare difficile portare via punti dai match contro Lazio e Napoli. A due giornate dalla fine la Lazio potrebbe non essere matematicamente certa di un posto in Champions, mentre al San Paolo i partenopei potrebbero avere ancora la necessità di vincere per giocarsi lo scudetto.

La Spal continua a sperare nella permanenza in Serie A da matricola. La compagine di Semplici è in serie positiva da otto giornate, ed è reduce da due pareggi per 0-0 al Franchi contro una Fiorentina in corsa per un posto in Europa League e in casa contro il Chievo Verona, concorrente diretta alla salvezza.  Nel prossimo turno affronta la Roma, che non può perdere punti per la sua rincorsa ad un posto Champions, quindi ha due partite che valgono una stagione, contro Hellas Verona e Benevento ormai spacciate, mentre un Torino tranquillo e una Sampdoria che vuole l’Europa, chiudono la stagione degli emiliani.

SASSUOLO, UDINESE, CAGLIARI E CHIEVO VERONA. Gli emiliani hanno fatto un pesante balzo in avanti, superando in un solo colpo i friulani e i rossoblù, sconfitti pesantemente 4-2 a Napoli e 4-0 dall’Inter e sono attesi da un difficile confronto interno contro una Fiorentina che non può perdere ulteriori punti.  Quindi trasferta che vale una stagione allo Scida contro il Crotone, prima di tre gare sulla carta da zero punti: Sampdoria, Inter e Roma.
Nonostante un periodo nero fatto di dieci sconfitte consecutive, la salvezza dell’Udinese appare non in discussione. La squadra di Oddo potrebbe spezzare il momento no già domenica contro il Crotone (cosa per nulla facile) poi andare a prendersi i tre punti al Vigorito contro un Benevento spacciato.

Nelle ultime tre gare, a parte il match contro l’Inter, i tre punti ai danni di un Verona (come i sanniti) probabilmente già in B e del Bologna tranquillo, non dovrebbero sfuggire.

E veniamo al Cagliari. La squadra di López per organico, dovrebbe essere salva da tempo. Ed invece si ritrova ancora a ottenere la certezza della permanenza in Serie A. Dire che la gara di domenica alle 12.30 contro il Bologna dell’ex Donadoni, valga oro, è assolutamente scontato. Con 35 punti in cassaforte, qualche punti potrebbe arrivare dalle successive partite contro Sampdoria, Roma, Fiorentina e Atalanta, tutte in lotta per Champions e Europa League.

Infine il Chievo Verona: 31 punti in classifica, la distanza di due punti sulla Spal e tre sul Crotone, acclarata la difficoltà dei cugini dell’Hellas, non sono per nulla rassicuranti. Anche perché, delle prossime cinque avversarie, le prime tre non sono intenzionate a concedere punti.  Inter e Roma sono in corsa per la Champions, il Crotone contende ai clivensi la salvezza. Il calendario sarà chiuso da un Bologna tranquillo e da un Benevento che avrà salutato la categoria, dopo una sola stagione

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Non diamo per scontato la vittoria col Bologna, i felsinei non credo siano disposti a regalarci niente, ne sa qualcosa la Sampdoria che è riuscita a piegarli con un solo gol al 93esimo. Forza Casteddu!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Se ci si salva a 36……altrimenti la vedo dura

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Il Cagliari se vuole sa vincere impegnarsi di Più con grandissimo coraggio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Se continua così è proprio vicino al traguardo, si quello del terzo posto per retrocedere. Squadra inguardabile con schemi da gioco da Subbuteo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Il Crotone e la Spal meritano più del Cagliari sicuramente di stare in a ….x come gioca il Cagliari avrebbe difficoltà anche in b credetemi….

gnagno
gnagno
2 anni fa

secondo me , come gioco, merita perfino il Benevento piu di noi. La nostra fortuna è avere quel vantaggio da mesi che le avversarie non hanno saputo agguantare

Marcello Murenu
Marcello Murenu
2 anni fa

Aldila’delle capacita’dell’allenatore,io come giocatore professionista non accetto di retrocedere in B.Punto e basta.Le colpe sono di tutti e non mai di una persona.Ti vuoi salvare? ALLORA GIOCA LE PARTITE COME SE’FOSSE L’ULTIMA OCCASIONE CHE HAI DI SALVARTI…TUTTE QUANTE LE PARTITE!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Sto fenomeno era visto come il Salvatore della patria e castelli il distruttore. Ricordatevelo che tirate dove va il vento. Qui non ce squadra con chiunque la alleni.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Quando se ne andrà sto fenomeno pluriesonerato sarà sempre troppo tardi…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Il Cagliari e debtro sino al collo…perche ha uno dei calendari peggiori…Bologna….Fiorentina…Roma Samp…se col bologna si puo anche vincere…con la flemma che abniamo dimostrato..a san siro…e molto difficile fare punti…con le altre squadre da incontrare…

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "In un'annata disastrosa mi consolo guardando i video del Cagliari del 1970 e i gol di rombo di Tuono.......giggirriva leggenda inimitabile"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Nainggolan non arrenderti, data la classifica, coi tuoi compagni. In campo puoi spaziare come vuoi ed inventare l'impossibile. Samp.' docet.'Col tuo..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Francescoli e Zola UNICI"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Approfondimenti