Resta in contatto

News

Il Torino si spegne nella ripresa, la Roma vince 3-0

Il primo anticipo della ventottesima giornata lo fa suo la Roma che si impone 3-0 sul Torino, con entrambe le reti realizzate nella ripresa. Contesa con un primo tempo dai due volti: meglio i giallorossi in avvio, poi si fa preferire la squadra granata, che crea i problemi maggiori alla porta di Alisson, che è strepitoso al 34’ nel dire no al sinistro a giro di Iago Falque in area, mandando in angolo, mentre poco prima  (31’) Manolas respingeva la conclusione di prima intenzione di Belotti. Prima del riposo (43’) De Rossi perde palla, Acquah si avventa sulla stessa e fa partire un destro potente da fuori area, che Alisson neutralizza con una altro grande intervento.

La Roma parte forte nella ripresa. Dopo 1’30” è decisiva la deviazione di De Silvestri sul tiro di Florenzi dopo la spizzata di Under, per negare il gol ai padroni di casa. E’ l preludio alla rete, che giunge dopo 11’ per merito di Manolas innescato da Florenzi. Nella circostanza la difesa del Torino è colpevole, perché legge male il cross per la testa del greco, che non lascia scampo a Sirigu. L’undici di Mazzarri accusa il colpo e al 17’, dopo una gran giocata di Schick, la squadra di casa manca il raddoppio con Sirigu che sembrava sorpreso dalla botta calciata dell’ex Sampdoria. Al 25’ Florenzi su assist di Naingollan, sciupa il 2-0 mandando alto di poco, mentre la seconda marcatura arriva al 28’: Nainggolan piazza in area di testa un pallone per De Rossi che, in spaccata e di destro, anticipa tutti e sigla. Ottimo il match del capitano, ammonito a inizio gara. Di fatto la gara si chiude sul secondo gol. Anche perché, in pieno recupero al 47’, arriva anche il tris firmato Pellegrini. Dopo la vittoria a Napoli sabato scorso, altri tre punti in chiave Champions per la Roma, che ora pensa allo Shakhtar Donetsk.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Lasciamo Agostini nel campionato primavera per accumulare ulteriore esperienza. ..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News