Resta in contatto

News

La sfida nella sfida: Barella e Veretout

Centrocampisti, anzi, “Tuttocampisti” di professione: Nicolò Barella e Jordan Veretout. Il primo è una mezzala di corsa e lotta, ma questa sera, causa squalifica di Cigarini, agirà necessariamente da playmaker. Il secondo sarebbe un regista, ma la convivenza con Badelj gli impone di adattarsi a mezzala, peraltro, con ottimi risultati. Questa sera, come analizza La Gazzetta dello Sport, in Cagliari-Fiorentina saranno l’uno contro l’altro, a sfidarsi a colpi di tackle e passaggi in mezzo al campo.

Non era di certo il più atteso, eppure sta convincendo anche i tifosi che più avevano storto il naso dopo la partenza di Vecino. Veretout è l’erede del centrocampista uruguagio e nel 4-3-3 o 4-2-3-1 di Pioli può fare qualunque ruolo: mediano in un centrocampo a due, mezzala o regista in quello a tre. Gioca bene, punto. Indipendentemente dal ruolo e indipendentemente dal piede, destro o sinistro che sia. Abile nelle punizioni e negli inserimenti (ne sono testimonianza i 5 gol in 18 partite con la Viola). A Firenze sta stupendo tutti dopo una buona stagione al Sant’Etienne lo scorso anno e un’avventura negativa in Inghilterra, all’Aston Villa.

Barella, vent’anni, è quattro anni più giovane del collega francese. Dopo la grinta e la personalità già mostrate nelle scorse stagioni, sono arrivate a completare il giocatore anche qualità e continuità, ma soprattutto qualche gol (due finora).Recupero palloni e percussioni offensive palla al piede: Barella ricorda il primo Nainggolan, di cui certamente gli manca ancora il tiro. Il numero 18 del Cagliari sta migliorando anche tecnica, controllo di palla e passaggi, ma certamente deve ancora raggiungere la piena maturità, soprattutto come regista. E la prova di oggi sarà fondamentale in questo senso, anche perché nell’unica altra occasione in cui è stato schierato come perno davanti alla difesa, contro il Chievo in casa, sia lui sia il Cagliari incontrarono non poche difficoltà.

Barella e Veretout, la sfida nella sfida di Cagliari-Fiorentina. Il duello tra due giovani talentuosi “tuttocampisti”, che vogliono continuare a stupire.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News