Resta in contatto

Approfondimenti

Paolo Piras, un sardo che ha fatto la storia a Crotone

C’è un filo rosso, in questo caso meglio dire rossoblù, che lega Crotone e la Sardegna. Non solo per il testa a testa del Campionato di Serie B 2015/2016; non solo per la gentilezza dei calabresi nel disputare le prime due partite in casa per consentire al Cagliari di inaugurare la Sardegna Arena alla terza giornata; non solo per essere la prima avversaria a calcare il prato della nuova casa dei tifosi isolani.

Nel novembre 1976 sbarca a Crotone l’attaccante Paolo Piras. Nato a Oristano il 4 aprile 1951 e cresciuto calcisticamente in Sardegna tra Oristanese e Tharros, si è poi spostato dall’isola per cercare fortuna tra i professionisti con le maglie di Sansepolcro, Arezzo, Riccione, Bolzano e Palermo. Nel 1976 si trasferisce alla Spal ma il feeling con Ferrara non si accende e così subito dopo, grazie all’intercessione di un tifoso spallino fratello dell’allora allenatore del Crotone Gianni Corelli, ha l’opportunità di passare tra le fila degli “squali”. Il suo arrivo nella sessione di mercato di novembre (al tempo non c’era quella di gennaio) porta entusiasmo tra i tifosi pitagorici che lo considerano un giocatore di categoria superiore.

Con i calabresi disputa due stagioni che rimarranno nella storia del club. Si distingue per essere una punta centrale dai piedi buoni e dotato di un’ottima elevazione, caratteristiche che gli consentono di mettere la sua tecnica al servizio dei compagni e allo stesso tempo raccogliere un buon bottino di reti. Con la maglia del Crotone totalizza 22 gol in 60 presenze nel Campionato di Serie C, sfiorando la promozione in Serie B per un soffio nel 1977, quando 18.000 persone si recano allo stadio per seguire le gesta di Piras e compagni.

Oggi Paolino Piras è considerato uno dei grandi della storia del Crotone e dopo tanti anni è ancora amatissimo dal pubblico pitagorico. Non chiedetegli però chi tiferà domani, il suo cuore è rimasto in Calabria.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Approfondimenti