Resta in contatto

Approfondimenti

Amarcord rossoblù: Pierpaolo Bisoli, il generoso

Non certo il più tecnico tra i centrocampisti transitati per Cagliari. Ma in quanto a generosità, grinta e dinamismo, c’era davvero poco da contestargli. Pierpaolo Bisoli è stato tra i protagonisti rossoblù negli anni Novanta, segnalandosi tra i pochi a difendere i colori del club sia come giocatore che come allenatore.

Bolognese di Porretta Terme, classe 1966, Bisoli arrivò in Sardegna da autentica scommessa. Una di quelle che sono sempre piaciute al presidente Cellino: militava infatti in C2 nel Viareggio. Un mediano tutto d’un pezzo, a cui piaceva la sostanza e poco altro. Efficacia ed impegno garantiti. Debutta in Serie A nel 1991 e veste la casacca dei sardi fino al 1998 – 164 presenze e 5 reti – con in mezzo l’avventura europea e, purtroppo, due gravi fratture alla gamba destra: il 16 gennaio 1994 in un contrasto con l’udinese Desideri e il 22 dicembre 1996 contro il viola Schwarz. Un guerriero, che non si è mai tirato indietro e per questo un grande idolo dei tifosi cagliaritani. Dopo aver concluso la carriera è tornato in rossoblù come allenatore nel 2010, senza grande fortuna e con qualche difficoltà interna. Mise infatti fuori squadra Conti e Agostini, ritenendoli estranei al progetto, ma i giocatori vennero poi reintegrati. Ora è il tecnico del Padova.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Approfondimenti