Resta in contatto

News

Tavecchio fa discutere: “Negli stadi non solo calcio ma anche lap dance”

Una dichiarazione che farà abbastanza discutere, quella rilasciata stasera dal presidente della FIGC Carlo Tavecchio alla Commissione Antimafia. “Gli stadi non sono più ambienti dove si gioca solo a calcio. Negli stadi ci deve essere il supermercato, la farmacia, la lap dance, gli incontri con la politica, l’attività sociale…”. Quindi, sull’esigenza di garantire controlli e sicurezza in impianti che dovrebbero essere sempre più moderni e polifunzionali, il numero uno della Federcalcio ha osservato: “La responsabilità oggettiva è il cardine, se la togliamo abbiamo finito… Il controllo è automatico con la responsabilità oggettiva. Gli stadi italiani sono solitamente inferiori alla media europea, anche per i sistemi di sicurezza. Abbiamo un handicap. Noi avevamo raggiunto un equilibrio particolare nel 2012 quando eravamo in corsa per gli Europei. Era tutto predisposto con investimenti per circa 800 milioni di euro. Abbiamo perso l’Europeo e tutto è stato accantonato. Il monitoraggio dei tifosi non può che essere individuale. Se i biglietti non sono individuali il problema diventa drammatico”.

In Turchia c’è il sistema elettronico e chi entra viene monitorato nel posto in cui si siede – ha detto ancora Tavecchio – Stento a credere che tutti lo rispetterebbero da noi, ma è un investimento che dovrebbe esser fatto. Sono stati effettuati controlli che hanno colto in flagrante allo stadio personaggi con restrizioni sulla loro presenza in quel luogo. Il futuro è applicare con maggiore forza le norme sui controlli: si dovrà passare dalle verifiche tradizionali a quelle informatizzate. Questo controllo impegnerebbe un centinaio di milioni di investimento per attrezzare gli stadi di Serie A”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

e la lega prende ordini da’ uno cosi…fuori di melone…

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News