Resta in contatto

News

Coronavirus. Conte: “No a restrizioni fino al 31 luglio, multe più salate per le violazioni”

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce ammende fino a un massimo di 4 mila euro. No a confisca di auto, moto e veicoli

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce ammende fino a un massimo di 4 mila euro. No a confisca di auto, moto e veicoli

È durata oltre due ore la riunione del Consiglio dei ministri prevista per oggi. Il  premier Giuseppe Conte e i ministri hanno esaminato uno ad uno gli articoli che compongono il decreto sull’emergenza Coronavirus che serve a dare un quadro normativo unitario a tutte le misure adottate finora per il contenimento del contagio e a inasprire le sanzioni previste.

LE PAROLE DI CONTE. “I Governatori possono adottare misure più restrittive. Ma rimane al Governo la funzione di coordinamento. Sono orgoglioso della reazione di tutti i cittadini, la maggioranza dei quali rispetta le regole. Tutti devono fare la loro parte. Abbiamo deliberato l’adozione di un decreto legge che riordina la disciplina anche dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. Il nostro assetto non prevedeva un’emergenza di questo tipo. Con questo decreto legge abbiamo regolamentato più puntualmente e in modo più trasparente i rapporti tra l’attività del governo e del Parlamento. Prevediamo che ogni iniziativa venga trasmessa ai presidenti delle Camere e che io vada a riferire ogni 15 giorni“.

IL NOVO DECRETO. Le multe salgono fino a 4000 euro per chi non rispetta i divieti di circolazione e le regole di contenimento, stop fino a 30 giorni per le attività commerciali e possibilità per i presidenti di regione di emettere ordinanze più restrittive nei territori a maggiore circolazione del virus, purché convalidate entro sette giorni con decreto del presidente del consiglio dei ministri. Il quale resta l’unica autorità in grado di disporre in via urgente e temporanea misure che comprimono le libertà costituzionali.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
denmila
denmila
2 mesi fa

Sul https://www.google.com/search?q=Z1S3JlAzTBACP7SgmOiVHQdHwuHlDO – Le ragazze conoscono i ragazzi (ilt ) , trascorrono una notte lumminosa in città , dopo di che tornano a casa insieme dove … Dipende da te!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Luce acqua, gas, mutui, bolli, assicurazioni, abbonamenti per poter avere video connessioni scolastiche quelle però non si fermano anzi arrivano pure in anticipo…occhio che la pazienza ha un limite.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Fra poco ti trovi tutta le gente senza soldi e cibo in strada a ammazzarsi con quelli che da le case scarognano il prossimo sul web. Poco ci manca

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Dopo cosa?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Visto che la gente è turrata, ben vengano le multe

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

E si adesso servono anche i soldi delle multe

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News