Resta in contatto

News

CdS – La continuità di João Pedro per riprendere quota

Il giocatore brasiliano, nella migliore stagione della carriera, è stato tra i rossoblù più continui e affidabili nel 2019-20: un valore aggiunto da cui ripartire, come sottolineato da Il Corriere dello Sport

CONCRETEZZA. Continuità e concretezza: qualità che nelle scorse stagioni non avevano contraddistinto il rendimento di João Pedro. Il giocatore brasiliano, autore di 16 reti in campionato e una in Coppa Italia, ha finalmente smentito le critiche sui suoi “punti deboli riconosciuti”. Le sorti del Cagliari, in mancanza del bomber Pavoletti infortunato e senza un cannoniere affermato in prima linea, hanno trovato conforto in JP10.

SPERANZA. Il nuovo corso del Cagliari 2019-20, con l’avvicendamento in panchina tra Maran e Zenga avvenuto nei giorni scorsi, passerà anche dalle prodezze e dalla vena di João Pedro. La banda rossoblù, vista l’emergenza Coronavirus, avrà qualche giorno in più per lavorare e rinforzare le proprie certezze purtroppo traballanti da mesi.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mortimermouse
Mortimermouse
2 mesi fa

JP10 è mutato ed è diventato attaccante perché il Cagliari aveva bisogno di gol, quando un giocatore si trasforma per il ” suo club” denota desiderio di migliorarsi. Joao segnerà ancora e aiuterà come sempre il Cagliari, ora è il Brasiliano goleador d’Europa e merita di giocare al centro dell”attacco del Brasile. ( sotto la canotta del Cagliari).

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Mortimermouse

Mortimermouse, sotto ho risposto a Ludo che scrive che gioca male, tu lo esalti come il miglior goleador Brasiliano, ma un metro un attimino meno lungo e meno corto l’avete? si j.Pedro è un buon giocatore, ma giocare al centro dell’attacco del Brasile, con tanti fenomeni che quel paese ogni anno mette in evidenza, non lo so, spero per lui che il c.t. prima cosa lo convochi, poi dovrà vederlo, studiarlo, reputarlo all’altezza, siamo ancora distanti.

Ludo
Ludo
2 mesi fa

Paradossalmente, il Cagliari andava meglio quando JP10 andava peggio. Contano gli equilibri.

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Ludo

Ludo, nel mio televisore Joao Pedro si da un gran d’affare, a fare pressing, chiudere le linee di passaggio dei difensori avversari, ripiega anche nella nostra metà campo, insomma non è solo gol è anche un lavoro tattico continuo, cosa vuoi dire contano gli equilibri, come se lui facesse solo gol ma poi si disinteressa della fase di chiusura, per quello che posso vedere io si impegna eccome.

Ludo
Ludo
2 mesi fa
Reply to  Granese

Intendo dire che se anche accadesse che la sua media gol formidabile peggiorasse, per necessità legate agli schemi di Zenga, ma per un rendimento di squadra migliore, andrebbe bene ugualmente.
Anche nel mio televisore JP10 gioca bene, ma questo non l’ho mai discusso.

Ludo
Ludo
2 mesi fa
Reply to  Granese

Il problema della carta scritta è che tutto viene assolutizzato, ma letto raramente in modo critico. Andare peggio non significa fare schifo. Andare peggio può voler dire, in una scala da uno a dieci, rendere sette invece che nove. Tutto qua.

Bosa 70
Bosa 70
2 mesi fa

Olsen meglio di cragno cambiare modulo ricordatevi a ferrara sensa joao. Forza cagliari questo pomeriggio formazione la 1 di canzi zenga

Giambattista Lampis
2 mesi fa

Effettivamente Joao Pedro quest’anno è un altro giocatore, concreto concentrato cattivo sotto porta, vero che usufruisce del lavoro di Simeone, che costantemente scatta, si porta dietro difensori, apre varchi, ma 16 gol a questo punto della stagione sono un bottino importante, soprattutto generano in lui quell’autostima che gli permette anche giocate difficili, ma che poi si rilevano vincenti. Vero che all’inizio di stagione c’era maretta ma perché il suo procuratore pretendeva un aumento

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

dell’ingaggio, non giustificato ne dalle prestazioni, ne dal fatto che la società è sempre stata al suo fianco nella vicenda doping, poi è intervenuto di persona dichiarando pubblicamente di voler restare a Cagliari anche senza l’aumento. E’ stato sicuramente un bel gesto nei confronti della piazza tutta, un gesto che sta ripagando il giocatore, la Società e i tifosi. Sempre il suo procuratore si è fatto risentire dicendo che se arriva la telefonata giusta, potrebbe partire, io spero di no!

Shardancast
Shardancast
2 mesi fa
Reply to  Granese

A mio modo di vedere in molti dei gol di JP, il lavoro di Simeone non c’entra. L’ultimo ad esempio, è lui che scatta, lui che controlla il pallone, lui che la butta dentro. Simeone è utile, nulla da dire. Si sbatte, disturba i difensori, etc, ma io non sono così convinto che l’esplosione di JP sia dipesa dai suoi movimenti.

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Shardancast

Shardancast, non abbiamo la controprova e allora facciamo en pe en pe, tradotto un po’ e un po’, un po’ Joao Pedro ha raddrizzato la mira è più concreto, un po’ Simeone con il suo movimento lo mette in condizione di andare uomo contro uomo e pertanto una volta superato l’avversario non gli rimane che colpire bene e fare gol.

Shardancast
Shardancast
2 mesi fa
Reply to  Granese

E diciamo così 😀. Magari gioca più vicino alla porta, o magari ha raggiunto quella pace che lo rende più libero di esprimersi. Prima non ne azzeccava una, e non solo a livello realizzativo, non controllava, non saltava l’uomo, insomma era inutile (tant’è che molti speravano in una cessione quest’estate). Se poi dipende anche solo parzialmente da Simeone, ben venga.

Ugo Paoli
Ugo Paoli
2 mesi fa

Il bello è,che all’inizio della stagione,la Societa’lo voleva dare via…

Elehcim
Elehcim
2 mesi fa
Reply to  Ugo Paoli

Aveva e ha richieste da squadre blasonate, è il procuratore che spinge. Per l’anno venturo sarà difficile trattenerlo.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grande Pepe..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News