Resta in contatto

Approfondimenti

Pellegrini, trenta minuti per conquistare il pubblico della Sardegna Arena

Prestazione sontuosa del diciannovenne scuola Roma che ieri è uscito alla mezzora per una forte contusione al ginocchio raccogliendo solo applausi

PADRONE DELLA FASCIA. Fisico, tecnica e personalità. Se questo è solo l’inizio chissà cosa riserverà il futuro di Luca Pellegrini, terzino sinistro che ha subito conquistato Maran e non solo. Ieri infatti il classe ’99 ha disputato un primo tempo eccellente, spingendo come un forsennato sulla corsia mancina e mettendo costantemente in difficoltà il Parma, con un Biabiany costretto praticamente a fare il terzino aggiunto per arginarlo.

LO STOP. Al trentesimo del primo tempo, mentre finalmente il popolo rossoblù assaggiava un terzino sinistro come non se ne vedevano da tempo, una botta al ginocchio lo ha costretto all’uscita. Da quel momento il Cagliari è sembrato bloccarsi dopo un avvio propositivo e dominante. Vuoi per l’ingresso del modesto Lykogiannis, vuoi per un contraccolpo psicologico dato dall’ennesimo infortunio di uno dei migliori in campo.

SOSPIRO DI SOLLIEVO. Per Pellegrini non sembrano comunque esserci conseguenze gravi, ma solo una contusione che verrà riassorbita in pochi giorni. Maran può finalmente godersi il suo terzino sinistro, abile e di ruolo, quello che è mancato negli ultimi due anni dove si sono alternati i vari Capuano, Miangue, Lykogiannis, Pajac e Padoin, con quest’ultimo che è stato l’unico a offrire garanzie su quella corsia. Con il giovane romanista si è rivista la spinta offensiva, la capacità di tenere un occhio al pallone e uno all’avversario, la fisicità e la gamba per coprire tutta la fascia a ritmi elevati. Pellegrini può davvero essere il rinforzo più importante del mercato di gennaio.

82 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
82 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti