cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Giulini: “Seguiamo due giocatori al Mondiale. Castro, vi spiego…”. E poi parla di Gonzalez, Barella, Andreolli e Dessena

A margine dell’inaugurazione della mostra d’artigianato “Il Rosso e il Blu” il presidente del Cagliari ha parlato a 360 gradi di mercato.

Prima qualche battuta significativa sui portieri (LEGGI QUI), poi spazio a tutti i temi più caldi del calciomercato dei rossoblù..

CASTRO. “Per Castro abbiamo offerto 6 milioni al Chievo e loro ieri ci hanno comunicato che questa operazione la fanno solo con una contropartita tecnica. La proposta degli scaligeri è quella di avere Artur Ionita più un conguaglio economico. Per noi Artur è un giocatore estremamente importante, questa richiesta ci ha colti un po’ di sorpresa. Dovremo parlare accuratamente con l’allenatore e col direttore per capire se è qualcosa che si può comunque fare, poi sarà ovviamente fondamentale la volontà del giocatore”.

ALTRE OPERAZIONI. “Stiamo cercando un playmaker. Due giocatori che stiamo seguendo stanno giocando il Mondiale, quindi non saranno operazioni immediate ma potrebbero arrivare ad agosto. Un altro sta in una società dove al momento si fa fatica a prendere decisioni, quindi ci vorrà qualche settimana per capire su quale obiettivo vogliamo andare, soprattutto se si tratta di scegliere tra un giocatore che può arrivare già a luglio o aspettare ad agosto. Questa è una valutazione che dovremo fare attentamente con l’allenatore e il ds Carli”.

DIFESA. “Maran voleva Andreolli al Chievo l’anno scorso, quindi credo che la volontà sia quella di iniziare il ritiro con l’attuale difesa poi capire nei quarantacinque giorni di mercato come intervenire”.

NICO GONZALEZ. “Questa è una trattativa che il direttore dell’Inter insieme con il nostro stanno portando avanti già da una settimana. Essendo un’operazione da valutare con un’altra società il Cagliari deve essere rispettato e il giocatore deve venire in Sardegna sentendosi la maglia rossoblù addosso e non quella dell’Inter. Se non fosse così non si farebbe niente”.

DESSENA. “Io in questo momento sono devastato dalla notizia di Ionita e penso solo ed esclusivamente a cosa fare in questa trattativa con il Chievo. Il capitano è con me da quattro anni e bisognerà parlare con lui per capire quali sono i suoi obiettivi stagionali. Per me rimane il giocatore più importante che c’è all’interno del nostro spogliatoio e mi piacerebbe che lo fosse anche in campo”.

BARELLA. Poi scherza sul talentino sardo: “Srna ha detto che è confermato? Se ve l’ha detto lui allora dubbi non ce ne devono essere (ride ndr). Darjio ha giocato solo con due maglie: aveva il numero 18 all’Hajduk Spalato e il 33 allo Shakhtar. Voleva tornare alle origini ma io gli ho detto che per l’anno prossimo quel numero è già occupato”.

Subscribe
Notificami
guest

25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Mercato scozzese intrecciato all'Italia: nelle ultime stagioni ha portato arrivi positivi in Serie A. Focus...
Il difensore del Cagliari sarebbe tra gli obiettivi del club verdeoro...
Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport diverse squadre stanno monitorando il centrale del...

Dal Network

Un altro indizio con Adriano Galliani protagonista, il futuro del Club si sta delineando sempre...
Il difensore si è accasciato a terra, dopo aver sentito un dolore al petto: l'ivoriano...
Al Mapei Stadium di Reggio Emilia parte fortissimo l’undici di casa, alla rimonta rossonera al...

Altre notizie

Calcio Casteddu