Resta in contatto

Approfondimenti

Battere l’Udinese per coinvolgerla nella lotta salvezza

Dai 33 punti dei friulani ai 25 dell’Hellas Verona in attesa delle gare di questa giornata sette squadre in lotta per evitare due posti che portano in B dove c’è già virtualmente il Benevento

Cagliari-Udinese, ma anche Sassuolo-Benevento. Sono due gare che possono dire cose importanti nella lotta salvezza in questa trentaduesima giornata. Alla Sardegna Arena si sconteranno domani alle 15 due squadre in difficoltà. Il rossoblù arrivano da tre sconfitte consecutive, i bianconeri friulani addirittura da otto.

VITTORIA CHE SERVE COME IL PANE A ENTRAMBE. La classifica e le prossime giornate parlano chiaro: 29 punti il Cagliari, 33 l’Udinese. Dovesse tornare al successo l’undici di López si porterebbe a -1 da quello di Oddo, che sarebbe più che mai in bilico, avendo bruciato nelle ultime giornate tutto il vantaggio creato dal suo arrivo al posto di Delneri.

Anche perché le successive gare, ad eccezione del match con il Bologna domenica 22 alla Sardegna Arena nell’anticipo delle 12.30, si chiamano Inter, Sampdoria e Fiorentina in trasferta, Roma e Atalanta in casa, tutte con in gioco per un posto in Europa.

Di fuoco anche il calendario dei friulani. Che, dopo la gara di Cagliari, saranno attesi al San Paolo da un Napoli in piena corsa scudetto. Successivamente alla Dacia Arena arriverà il Crotone, poi trasferta a Benevento, sfida interna con l’Inter, esterna a Verona con un Hellas che probabilmente sarà ancora in corsa per evitare la Serie B, e infine match casalingo con il Bologna.

IL BENEVENTO E ALTRE. I sanniti di De Zerbi sono ormai spacciati, ma si giocano ogni gara senza mai mollare, come ha dimostrato il match perso 4-2 al Vigorito sabato contro la Juventus, dove hanno sfiorato più volte il 3-3. Domenica affrontano un Sassuolo in difficoltà al Mapei Stadium, quindi riceverà l’Atalanta, andrà a San Siro per affrontarsela con il Milan, memore del primo clamoroso punto ottenuto al’ultimo istante di gioco all’andata, Udinese in casa, la Spal al Mazza, il Genoa davanti ai propri tifosi e infine andrà al Bentegodi per giocare con un Chievo Verona, che probabilmente potrebbe necessitare ancora di punti salvezza.

Se il calendario di Cagliari e Udinese non sarà certo semplice, altrettanto va scritto per il Sassuolo. Gli emiliani di Iachini sono attualmente a quota 30 punti. Oltre la contesa con l’appena citato Benevento, mercoledì i neroverdi sono attesi da uno scontro diretto di fuoco in casa dell’Hellas Verona, quindi ospiteranno la Fiorentina e successivamente sono attesi allo Scida dal Crotone. Difficilissime le ultime tre giornate: Sampdoria in casa, Inter a Milano e infine la Roma al Mapei.

Torino, Inter, Crotone e Benevento al Bentegodi, Spal al Mazza, Roma all’Olimpico e Bologna: questo il calendario che attende il Chievo Verona. La sconfitta in rimonta a Napoli ha ulteriormente peggiorato la situazione. Maran si gioca il posto nella partita contro i granata di Mazzarri. Dovesse ancora perdere, il suo destino sarebbe segnato.

SPAL, CROTONE E HELLAS VERONA.  La squadra di Semplici ha come difficoltà importanti, almeno sulla carta, le partite di domenica al Franchi contro la Fiorentina, quindi quella interna contro la Roma, ma può fare filotto battendo Chievo, Hellas Verona e Benevento. Da tripla gli ultimi due confronti con Torino e Sampdoria.

Il Crotone di Zenga, come l’Hellas, è l’unica a dover ancora giocare contro la Juventus. Inoltre deve anche affrontare il Napoli. Intanto domenica Ricci e compagni sono impegnati a Marassi contro il Genoa. Dopo la sfida ai bianconeri mercoledì sera, trasferta alla Dacia Arena contro l’Udinese.

Contro Sassuolo allo Scida e a Verona contro il Chievo passa tanto della possibile salvezza dei calabre resi, che puoi difficilmente faranno punti in casa con la Lazio e al San Paolo contro il Napoli.

Infine l’Hellas. I ragazzi di Pecchia si sono rilanciati battendo il Cagliari, ma la permanenza in Serie A è ancora tutta da ottenere. Tre le gare da vincere: Sassuolo, Spal e Udinese, partite tutte con il vantaggio di disputarle in casa. Ma non si possono perdere troppe gare, se si vuole sperare. Ad iniziare da quella al Dall’Ara contro il Bologna, a Marassi contro il Genoa, a San Siro contro il Milan e allo Stadium contro una Juventus, magari con il settimo scudetto consecutivo sul petto, o forse impossibilitato a raggiungere il Napoli.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti