Resta in contatto

Approfondimenti

Il destino di Deiola: un rossoblù finora sbiadito

Il centrocampista del Cagliari Alessandro Deiola nei giorni scorsi ha rinnovato il proprio contratto con il club sardo fino al 2022. Un attestato di indubbia stima nei suoi confronti, per un ragazzo che ha finora vissuto i colori rossoblù in tono decisamente minore

GLI INIZI. Nato a San Gavino Monreale il 1° agosto 1995, Deiola è una mezzala cresciuta calcisticamente nel Cagliari. Dotato di un buon fisico slanciato (190 cm per 85 kg), venne mandato in prestito “a farsi le ossa” in Lega Pro nel Tuttocuoio. Una buona parentesi, che lo ha riportato in Sardegna con buone credenziali. Nella stagione cadetta 2015-16, con Massimo Rastelli in panchina, Deiola colleziona 21 presenze e 2 reti contribuendo al ritorno in A del Cagliari. Tuttavia, l’inizio della scorsa stagione lo ha visto più lontano dai radar della prima squadra. Così a settembre ecco il nuovo prestito, stavolta in B, allo Spezia. 14 gettoni di presenza e una rete per lui, richiamato in Sardegna da Capozucca già a gennaio 2017 in un particolare momento del centrocampo falcidiato dalle assenze.

AI BOX. Tuttavia il suo utilizzo si è concentrato in appena 4 apparizioni sul terreno di gioco. Nello stesso modo anche questa annata 2017-18 ha recitato un ruolo molto marginale nelle vicissitudini agonistiche della squadra, passata in panchina da Rastelli a López. Il tecnico uruguaiano non gli ha concesso altro che la panchina, un trend fortunatamente spezzato – seppur raramente – da qualche spezzone di gara.

FUTURO INCERTO. Il giovane, dati alla mano, non ha mai ricevuto completa fiducia a livello tecnico tanto da poter essere considerato un grande competitor per una maglia da titolare. La sua storia con il Cagliari è quindi vestita a tinte rossoblù sbiadite, finora. Come sarà il futuro di questo ragazzo legato al club? In questo momento sembra più facile prevedere un altro trasferimento a titolo temporaneo, a meno che più avanti non si verifichino delle condizioni per lui agevoli, per sentirsi compiutamente un giocatore importante.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Tifosetto da 56 anni, con foto appese nella cantina del vino. A criticare sun bonos tottus ma a fachere sunu in pacos."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti