Resta in contatto

News

Diritti tv: no dei club di Serie A a cena voluta da Mediapro

I presidenti vogliono aspettare il versamento dell’anticipo da 50 milioni di euro da parte dell’intermediario spagnolo

Domani sera i 20 club della Serie A a cena in locale di Milano con Mediapro? No. La risposta all’intermediario spagnolo, passato da poche settimane in mani cinesi, che un mese fa si era assicurata i diritti tv della Serie A dal 2018 al 2021 per un miliardo e 50 milioni di euro, è stata unanime ed è stata negativa.

SERVE CHIAREZZA E L’ACCONTO PROMESSO ENTRO il 27 MARZO. Secondo quanto riporta calcio&finanza, la quasi totalità dei presidenti pensa che  dietro l’invito, si nasconda la volontà della stessa  Mediapro di far pressioni per il canale della Lega Calcio, di fatto l’unico mezzo che garantirebbe loro di rientrare dell’investimento da un miliardo, cinquanta milioni e mille euro.

Ovviamente, prima di sedersi a tavola, i presidenti vogliono aspettare martedì, termine entro cui Mediapro dovrà versare l’anticipo da 50 milioni. Occorre infatti capire se davanti ci sia un interlocutore privilegiato o al contrario se con Benet e Roures, manager della società iberica, non si debba finire in tribunale per una causa che potrebbe valere fino a due volte la cifra dell’offerta.

MALAGO’ SORPRESO DA LETTERA MEDIAPRO. Lo stesso commissario della Lega Calcio, che lascerà l’incarico al neo presidente Gaetano Miccichè, non appena verrà nominato un AD (si parla del manager gruppo Audi ed ex Ferrari F1 Stefano Domenicali) che a Mediapro strizzava l’occhio, oggi è decisamente più cauto, sorpreso come tutti da quella lettera dei legali arrivata senza essere annunciata da una telefonata.

Malagò ha, a sua volta, fatto alzare il sopracciglio agli uomini di Infront. L’advisor non è stato informato della lettera di Sky che una settimana fa caldeggiava la via di un nuovo bando.

Inoltre era all’oscuro della risposta della Lega alla tv satellitare, ritenuta più possibilista del previsto, infine del fatto che Malagò abbia letto la missiva di Mediapro in assemblea di A, al contrario di quelle che erano le aspettative di Infront.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News