Resta in contatto

Approfondimenti

La strana stagione di Capuano

Era iniziata proprio contro il Crotone la stagione di Marco Capuano, nella prima vera amichevole estiva in cui si è respirata aria di Serie A. Da quel momento si iniziò a capire che per il ruolo di terzino sinistro l’allora mister Rastelli aveva scelto lui in luogo del giovane Miangue, preso per 3 milioni dall’Inter per fare il titolare e ben presto accantonato dal tecnico di Torre del Greco. Capuano riuscì a guadagnarsi il posto e a mantenerlo per tutta la parte iniziale del Campionato, fino all’esonero di Rastelli.

Da quel momento iniziò un calvario tra problemi fisici e soprattutto scelte tecniche, fino alla decisione di lasciare l’isola all’inizio di questa sessione di mercato. Una stagione capovolta quella dell’ex Pescara, letteralmente ribaltata dal cambio di modulo imposto da López. Dalla difesa a quattro a quella a tre è cambiato tutto, anche le gerarchie. Se con Rastelli Ceppitelli e Romagna guardavano giocare Pisacane e Andreolli come coppia di centrali fissa, con l’arrivo del tecnico di Montevideo sono diventati loro i due pilastri inamovibili della retroguardia a tre, costringendo il partenopeo e l’ex interista ad alternarsi in base alle esigenze.

Nessuno spazio per Capuano, prima titolare inamovibile poi scivolato agli ultimi posti delle gerarchie. Dopo mesi nel dimenticatoio ecco spuntare il Crotone di Walter Zenga che invece lo ha fortemente voluto nella sua squadra. Una nuova tappa nella carriera di Capuano che domenica lo porterà ad affrontare quella squadra che tanto gli ha dato e che poi lo ha messo da parte. Cercherà la vendetta l’ex numero 24 del Cagliari, anche per quel suo numero regalato al primo arrivato dopo la sua cessione. Senza dubbio un uomo da tenere d’occhio nel match salvezza dello Scida.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti