Resta in contatto

Approfondimenti

Il riscatto di Simone Inzaghi

Una carriera da calciatore all’ombra del fratello maggiore Filippo, per tutti “Superpippo” grazie ai gol a raffica con maglie importanti. Ma Simone Inzaghi sta vivendo il meritato riscatto da allenatore, grazie all’ottimo lavoro svolto finora nella Lazio.

Nel dopo agonismo, Filippo si è scottato subito con la panchina del Milan e ha ripreso dal basso alla guida del Venezia, centrando peraltro la promozione in B. Simone ha invece fatto le cose per gradi. Ha cominciato la sua nuova carriera nella Lazio, proprio dove aveva terminato quella da attaccante nel 2010 (196 presenze e 55 reti in gare ufficiali), partendo dagli Allievi Regionali e poi passando ai Nazionali. Nel 2014 viene promosso alla guida della Primavera, dove vince due Coppe Italia di fila e una Supercoppa di categoria. Gli ottimi risultati raggiunti convincono la dirigenza a sceglierlo per il dopo Pioli nell’aprile 2016, per le ultime sette gare che fruttano l’8° posto. Lavoro che porta alla sua riconferma anche per la stagione seguente, dopo lo stucchevole siparietto laziale con Bielsa. Nel 2016-17 porta la squadra al 5° posto che vale l’Europa ma perde la finale di Coppa Italia con la Juventus: ad agosto solleva il suo primo trofeo importante da allenatore, battendo i bianconeri nella finale di Supercoppa italiana. Sotto la sua guida sono cresciuti in modo sensibile interpreti come De Vrij, Hoedt, Felipe Anderson e Milinkovic-Savic. Molto buono l’avvio di questo campionato, con una sola sconfitta in 8 gare e rendimento da piani alti della classifica. Stavolta, sembra proprio Simone e non Filippo il più in vista tra i due fratelli Inzaghi. Almeno per ora.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti