Resta in contatto

Approfondimenti

Rastelli e i piani stravolti alla vigilia

Si può sempre fare di più. Anche ieri contro la Juve si sarebbe potuto fare meglio, non solo a livello di risultato ma anche di gioco. Ovviamente se Faragò e Farias avessero buttato dentro quei palloni staremmo parlando di un altro Cagliari, probabilmente troppo rinunciatario nel secondo tempo anche a causa del contraccolpo psicologico causato dai gol mancati.

Un altro Cagliari è anche quello che aveva in mente Rastelli sino a una settimana fa, prima che la società gli comunicasse la decisione di Marco Borriello di fare le valigie. Un’estate intera a preparare il 4-3-1-2 con qualche sporadico esperimento di 4-4-2, con Joao Pedro protagonista della manovra e il duo Sau-Borriello a completare l’attacco. Invece alla prima di Campionato si è presentato in maniera completamente diversa.

Due punti fermi come Joao Pedro e Sau in panchina, spazio a Farias e a un Cop che fino a pochissimo tempo fa si cercava di piazzare altrove. Faragò che ha passato la preparazione ad allenarsi da terzino ieri si è ritrovato nuovamente a centrocampo. L’impressione è che Rastelli abbia stravolto tutti i piani su cui aveva lavorato nel pre-campionato.

Sarebbe stato lo stesso Cagliari con Borriello? Probabilmente no, perché anche se la caratura dell’avversario richiedeva un assetto particolare, quello sceso in campo ieri è troppo lontano da quello proposto dal mister sin da Pejo e fino alla Coppa Italia. Con le dovute proporzioni, pensate di togliere Dzeko alla Roma o Icardi all’Inter alla vigilia di una partita contro il Barcellona. Le difficoltà per allenatore e giocatori aumenterebbero drasticamente e i piani fatti volerebbero dalla finestra.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "I nostri osservatori insieme al nostro Capoburla, sembrano Paolo Villaggio e Filini nella partita a tennis in un celebre vecchio film🙈"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti